Notizie su mercato immobiliare ed economia

Redditi immobiliari, con l'imu riappare la cedolare secca

è finalmente attivo il fondo di solidarietà mutui
Autore: Redazione

Da quando era stata abolita l'ici sulla prima casa i sindaci erano in gravi difficoltà di bilancio. Da mesi il governo era impegnato a rassicurarli su delle nuove modalità di finanziamento e pare che questa volta abbia trovato la quadratura del cerchio. La service tax (o
Imu
) E la cedolare secca sugli affitti andranno infatti direttamente nelle casse comunali. Saranno quindi le case a salvare le nostre città

Il testo del progetto è ancora top secret e arriverà a luglio in consiglio dei ministri, ma i principali contenuti già circolano. La service tax, o imposta municipale unica, sarà la parte principale e avrà una base imponibile composta in parte dal patrimonio e in parte dai beni immobiliari. Dovrà assorbire una parte delle imposte che si pagano sulla casa allo stato, ai comuni e alle regioni. In tutto si punta a raccogliere 25 miliaridi di euro

La service tax dovrebbe colpire i possessori di un qualsiasi immobile situato nel territorio comunale fatta eccezione per la prima casa. A un'aliquota sul possesso del bene – la cui base imponibile sarà data dal suo valore catastale – se ne dovrebbe sommare una aggiuntiva da versare in caso di trasferimento del bene

E veniamo alla  cedolare secca sugli affitti, che tutti chiedono da anni (vedi notizia): una tassazione forfettaria dei canoni di locazione con aliquota predefinita e non, come ora, un prelievo complessivo (redditi e patrimoni) con applicazione delle aliquote marginali irpef

Ma certezze sulla futura applicazione non ce ne sono. Si sa solo che l'aliquota dovrebbe essere fissata al 20%. Sull'ambito di applicazione, invece, la domanda è: riguarderà tutti i contratti? sarà prevista anche la detrazione del 19% concessa all'inquilino? per queste risposte bisogna attendere il testo definitivo

 

Se devi calcolare l'imu dovuta per i tuoi immobili, qui trovi il nostro calcolatore: calcolo imu