Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ristrutturazioni: le detrazioni non seguono la casa ma il proprietario

Autore: Redazione

I bonus sulle ristrutturazioni edilizie, compresa la detrazione del 36%, sono a rischio tagli, secondo quanto previsto dalle manovre finanziarie del governo. Quelle sul risparmio energetico del 55% scadono a fine anno, ma ci sono anche altre novità positive per chi sta ristrutturando: le detrazioni fiscali non seguono più la casa, ma il proprietario

Questo significa che anche in caso di compravendita di un immobile ristrutturato, le parti possono mettersi d'accordo su chi beneficerà delle rate residue. Di norma, quindi verranno godute dal venditore. Finora, invece, il diritto di detrazione seguiva le sorti dell'immobile (passavano obbligatoriamente all'acquirente). La norma si applica alle compravendite effettuate dal 17 settembre in poi

Le altre novità rispetto alle ristrutturazioni presenti nella manovra di ferragosto sono: eliminazione dell'obbligo di comunicazione di inzio lavori prima dell'avvio degli interventi, ma il fisco ha precisato che le nuove norme non possono sanare irregolarità pregresse

D'ora in poi, però, basterà comunicare nella dichiarazione dei redditi i dati che verranno richiesti dal fisco

La manovra elimina anche l'obbligo di indicare separatamente in fattura il costo della manodopera, sempre per le ristrutturazione dal 14 maggio in poi