Notizie su mercato immobiliare ed economia

Fiaip e Confedilizia: “Bene le norme per la casa della Stabilità, ma che sia un primo passo”

Il presidente della Fiaip, Paolo Righi, ha espresso un parere positivo sulle norme per la casa contenute nella legge di Stabilità, sottolineando tuttavia che “c’è tanto lavoro da fare”. Della stessa opinione il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, che nel corso del convegno nazionale Fiaip “Legge di Stabilità 2016 – La nuova fiscalità immobiliare” ha affermato: “Pur non essendo di fronte a una svolta, dobbiamo dichiararci soddisfatti”.

Righi e Spaziani Testa hanno sottolineato il fatto che per la prima volta in quattro anni non ci sono interventi negativi sull’immobiliare e hanno spiegato che, considerando il recente passato, è molto quello che si è fatto e si sta facendo con questa legge di Stabilità. Una legge che, però, ha ancora bisogno di interventi.

Il presidente della Fiaip ha accolto positivamente l’introduzione del leasing immobiliare, per il quale bisogna però attendere i decreti attuativi, uno strumento che di fatto va a sostituire il rent to buy, mai decollato. Bene, inoltre, gli sconti per i proprietari che affittano casa e il taglio di quella che essenzialmente è la patrimoniale sulla prima casa. “Dal 2011 – ha sottolineato Righi – nessun governo si era adoperato per aiutare il mercato, però la strada da fare è molto lunga”.

In apertura del convegno, durante il quale sono state presentate le luci e le ombre dei diversi interventi per la casa contenuti nella legge di Stabilità, il presidente del Centro studi Fiaip, Mario Condò de Satriano, ha spiegato che le misure inserite nella Stabilità favoriranno il settore immobiliare. “Salutiamo positivamente la legge di Stabilità – ha detto il presidente del Centro studi Fiaip – sempre che sia solo l’inizio e ad essa seguano altri interventi. Il governo dovrà fare in modo che l’immobiliare torni ad essere un investimento”. Con questi presupposti il 2016 può essere l’anno della ripresa per il settore immobiliare.