Notizie su mercato immobiliare ed economia

730 dichiarazione congiunta, come funziona

Autore: Redazione

La dichiarazione congiunta è dedicata ai coniugi e alle coppie dello stesso sesso, unite civilmente, in possesso di redditi dichiarabili con il modello 730.

Non è possibile utilizzare la forma congiunta se si presenta la dichiarazione per conto di persone incapaci, compresi i minori e nel caso di decesso di uno dei coniugi avvenuto prima della presentazione della dichiarazione dei redditi.

Nella dichiarazione congiunta va indicato come “dichiarante” il coniuge che ha come sostituto d’imposta il soggetto al quale viene presentata la dichiarazione, oppure quello scelto per effettuare i conguagli d’imposta negli altri casi. Il dichiarante deve indicare il codice fiscale del coniuge o del partner all’interno dell'area autenticata. Il coniuge/partner non dichiarante, all’interno della propria area riservata, deve autorizzare l’altro alla presentazione di un unico modello 730 precompilato 2018 inserendo il codice fiscale del dichiarante stesso.

In questo modo il 730 precompilato del coniuge sarà presente nell’area riservata del dichiarante, in cui sarà disponibile il prospetto di liquidazione unico elaborato sulla base dei rimborsi e dei pagamenti relativi a ambedue i coniugi o uniti coppia unita civilmente. Questi potrà poi inviare la dichiarazione congiunta entro la scadenza, che per il 2018 è prevista per il 23 luglio.

Unendo, in fase di trasmissione, i modelli precompilati dei coniugi o della coppia già opportunamente compilati e controllati, è possibile godere di rimborsi e compensazioni di credito e debito, generati dalle due diverse dichiarazioni dei redditi.

Per poter accedere, modificare e confermare la propria dichiarazione precompilata, entrambi i contribuenti devono essere in possesso delle credenziali per l’accesso alla dichiarazione dei redditi online.