Notizie su mercato immobiliare ed economia

Dichiarazione dei redditi tardiva 2018, le sanzioni e la scadenza

Autore: Redazione

La dichiarazione dei redditi tardiva 2018 può essere presentata entro il 29 gennaio 2019 con il ravvedimento operoso. Ad essere interessati sono i contribuenti che non hanno presentato il documento entro il 31 ottobre 2018.

Presentando la dichiarazione dei redditi tardiva 2018 entro il 29 gennaio 2019 si può regolarizzare l’omissione attraverso il ravvedimento operoso e la sanzione ridotta entro i 90 giorni. La dichiarazione dei redditi tardiva 2018 entro il 29 gennaio 2019 deve essere presentata per via telematica attraverso i canali di Fisconline o Entratel oppure rivolgendosi a intermediari abilitati.

Con il ravvedimento operoso è possibile regolarizzare spontaneamente la propria posizione sfruttando l’applicazione di una sanzione ridotta e di interessi di mora in base al numero di giorni di ritardo.

Nel dettaglio, presentando la dichiarazione dei redditi tardiva 2018 entro il 29 gennaio 2019 viene applicato il ravvedimento operoso con sanzioni che variano a seconda delle imposte dovute: sanzioni dal 60% al 120% delle imposte dovute con un minimo di 200 euro; sanzioni da 150 a 500 euro in caso di imposte non dovute. La sanzione deve essere pagata attraverso il modello F24 indicando il codice tributo 8911.