Notizie su mercato immobiliare ed economia

Le aliquote Imu 2020 per i Comuni italiani

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Con l'addio alla Tasi 2020, al posto della tradizionale imposta municipale unica è arrivata la nuova Imu 2020, anche ribattezzata come Super Imu 2020. Vediamo quali sono le aliquote di Imu 2020 per i Comuni Italiani, in base alle indicazioni dettate dal Mef.

Acconto Imu, si usano le aliquote dell'anno precedente

L'acconto Imu 2020, ovvero la prima rata Imu del 16 giugno, è stata pagata con le aliquote imu stabilite dai Comuni per il 2019. La prima rata Imu 2020 è stata uguale al 50% di quanto versato per Imu e Tasi nel 2019. La seconda rata o saldo di dicembre 2020 si verserà sulla base delle aliquote che i Comuni hanno approvato entro il 31 ottobre, e che sono state pubblicate entro il 16 novembre. Come specificato dalla circolare del Mef del 18 marzo 2020 "in caso di mancata pubblicazione delle delibere sul sito www.finanze.gov.it, si applicano le aliquote e le detrazioni Imu vigenti nel comune per l'anno 2019". Questo vuol dire che il saldo sarà uguale al 50% di quanto corrisposto nel 2019 complessivamente per Imu e Tasi.

Saldo Imu 2020, due diverse possibilità per i contribuenti

Secondo le novità introdotte dalla conversione in legge del decreto sulla proroga dello stato di emergenza Covid si profilano due diversi scenari per i contribuenti alle prese con il saldo dell'Imu 2020:

  • Nei comuni dove sono state già approvate le nuove aliquote per il 2020 entro il 31 ottobre - pubblicate entro il 16 novembre  - la scadenza del saldo del 16 dicembre corrisponde al conguaglio. I contribuenti dovranno quindi versare la seconda rata secondo le aliquote del 2020.
  • Nei comuni che approveranno le nuove aliquote entro il 31 dicembre - pubblicate entro il 31 gennaio - i contribuenti entro il 16 dicembre dovranno versare il saldo 2020 con le aliquote del 2019, quindi uguale alla somma già corrisposta a giugno per l'acconto, - ed entro il 28 febbraio pagare il conguaglio, ovvero l'eventuale differenza tra quanto versato a dicembre e quanto dovuto in base alle nuove aliquote. Un'eventuale differenza negativa implica il diritto del contribuente al rimborso della somma eccedente.

Aliquote imu 2020, le indicazioni del Mef

Nella circolare mef Imu 2020 per quanto riguarda le aliquote Imu o Nuova Imu 2020, il Mef ha stabilito che nel caso in cui il comune non abbia mai deliberato in materia di aliquote Imu, si applicano l'aliquota dello 0,76% per gli immobili diversi dall'abitazione principale e quella dello 0,4% per le abitazioni principali di lusso. 

Per i fabbricati rurali strumentali e i fabbricati merci, che non erano soggetti all'Imu nel 2019, si applica, in seguito all'abolizione della Tasi, l'aliquota di base pari allo 0,1%.  Infine, per quanto riguarda le fusioni di comuni avvenute nel 2020, per le quali, in assenza di delibera delle aliquote IMU 2020 da parte del comune risultante da fusione, si applicano, ai fini del saldo 2020, le aliquote di base previste dalla legge n. 160 del 2019.

Per consultare le aliquote approvate dai Comuni per il versamento del saldo Imu 2020 puoi cliccare qui

Inoltre, è possibile utilizzare lo strumento ufficiale fornito dal Dipartimento delle Finanze, che contiene tutti i regolamenti pubblicati dai Comuni.

Ministero delle Finanze
Ministero delle Finanze