Notizie su mercato immobiliare ed economia

I moltiplicatori per il calcolo dell'Imu 2020

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Per versare la prima rata dell'Imu 2020 entro il 16 giugno, i contribuenti devono conoscsere i moltiplicatori o coefficienti diversi per ogni tipologia immobiliare.

Per calcolare l'Imu si parte dalla rendita catastale, la si rivaluta del 5% e si moltiplica il valore così ottenuto per uno dei coefficienti o moltiplicatori Imu previsti dalla normativa. Vediamo quali sono i coefficienti per le varie categorie catastali, valide per l'Imu 2020.

Categorie catastali e moltiplicatori

  • categoria catastale da A/1 a A/11 - moltiplicatore 160;
  • categoria catastale A/10 - moltiplicatore 80;
  • categoria catastale da B/1 a B/8 -moltiplicatore 140;
  • categoria catastale C/1 - moltiplicatore 55;
  • categorie c/2- c/6, C/7 - moltiplicatore 160;
  • categorie c/3, C/4, C/5 - moltiplicatore 140;
  • categorie da D/1 a D/10 - moltiplicatore 65;
  • categoria D/5 - moltiplicatore 80.

Per i terreni agricoli, per calcolare la base imponibile Imu, bisogna rivalutare il reddito dominicale del 25% e poi moltiplicarlo per 135. Per i fabbricati in corso di costruzione, ricostruzione/ristrutturazione, l'imposta si calcola sul valore dell'area edificabile, fino alla data di ultimazione dei lavori o fino alla data in cui il fabbricato inizia ad essere utilizzato.