Notizie su mercato immobiliare ed economia

Cos'è una patrimoniale e perché se ne parla tanto

Salvini considera la riforma del catasto come una patrimoniale nascosta

Cos'è l'imposta patrimoniale
La riforma del catasto è una patrimoniale? / pixabay
Autore: Redazione

Matteo Salvini ne è sicuro, la riforma del catasto è una patrimoniale nascosta sulla casa. Ma il presidente Draghi lo ha negato in maniera contundente. Ma cos'è una patrimoniale e perché se ne parla tanto nel 2021?

Prima di tutto bisogna dire che la patrimoniale non è una tassa, ma un'imposta perché non è corrisposta a fronte di un servizio ricevuto, ma per i servizi che lo Stato fornisce nel corso del tempo ai cittadini.

Significato della patrimoniale

L'imposta patrimoniale può essere fissa, ovvero colpire in maniera indistinta tutti i contribuenti, o variabile ovvero essere progressiva in funzione del patrimonio dei contribuenti. Ma quali beni può colpire la patrimoniale? Sia i beni mobili, ovvero denaro, azioni, conti correnti, obbligazioni, sia quelli immobili, ovvero la casa.

Inoltre la patrimoniale può essere straordinaria quando viene introdotta una sola volta, magari per una necessità imminente dello Stato di denaro, o periodica quando viene applicata in maniera regolare.

Riforma del catasto è una patrimoniale?

Ogni annuncio di una revisione degli estimi catastali viene puntalmente additato come una patrimoniale nascosta sulla casa, un tentativo di fare cassa con uno dei beni più apprezzati dai cittadini, ovvero la casa.

A detta di Salvini, la decisione della Lega di disertare il Consiglio dei Ministri nel quale è stata approvata la legge delegata della riforma fiscale è nata proprio dall'opposizone a una riforma del catasto che nascondesse una patrimoniale. Ma il presidente del Consiglio dei Ministri Draghi è stato chiaro : "La riforma del catasto non è una patrimoniale. Perché nascondersi dietro l’opacità e calcolare le tasse in base a numeri che non hanno senso? Non è meglio essere trasparenti?".

Non è la prima volta che si parla di patrimoniale nel 2021. Già in occasione della manovra di bilancio, si era ventilata la proposta di una patrimoniale sui grandi patrimoni con un’aliquota progressiva minima dello 0,2% e massima del 2%.