Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ecco quali caratteristiche deve avere chi vuol ottenere un mutuo oggi

l'identikit del mutuatario del nostro paese
Autore: Redazione

Italiano, vicino alla quarantina e con una certa stabilità economica, meglio se con un contratto a tempo indeterminato. È l'identikit del mutuatario del belpaese secondo l'analisi di tecnocasa sull'erogazione dei finanziamenti per l'acquisto della casa, che ha preso in esame parametri quali finalità dell'operazione, tipologia, durata e importo medio del mutuo

Sebbene il 2013 abbia fatto registrare ancora variazioni negative nell'erogazione del credito concesso alle famiglie, la contrazione sta rallentando. Secondo le previsioni, il 2014 potrebbe essere in linea con il 2013 con un lieve incremento delle erogazioni nella seconda parte dell'anno. Tecnocasa ha analizzato l'identikit di chi oggi riesce a ottenere un mutuo, definendo area di provenienza, età anagrafica e professione

Area di provenienza

Nel nostro paese vengono finanziati principalmente cittadini italiani, seguiti da persone provenienti dagli altri stati europei e solo in minima parte da fuori europa. Nuove mutui su dieci, infatti, sono stati erogati a persone di origine italiana, solo il 6,74% a cittadini di altri paese europei e solo il 2% agli immigrati extra europei. La maggior parte degli stranieri non europei provengono dall'america centro-meridionale, seguiti da persone provenienti dall'asia e dall'africa e in minima parte da nordamerica e oceania

Gli istituti di credito tendono a finanziare i cittadini non italiani maggiormente nel nord italia, in particolare nella macroarea nord orientale, la componente italiana rappresenta circa l'80% dei mutui erogati, ma la presenza di cittadini europei è più del doppio di quella nazionale (poco più del 15%). Al sud e in particolare nelle isole vengono finanziati quasi esclusivamente italiani, che rappresentano rispettivamente il 96 e il 98%

Età anagrafica

L'età media di chi sottoscrive un mutuo è di 38,7 anni. Nelle aree meridionali e insulari si può accedere al finanziamento in età più avanzata, ad una media superiore ai 40 anni. Viveversa, nelle regioni del nord italia i mutuatari sono più giovani e l'età è di poco superiore a 38 anni

A fare maggiore ricorso al mutuo è la popolazione più giovane, la percentuale decresce con l'aumentare dell'età. La fascia che più viene finanziata è quella compresa tra 18 e 34 anni, che rappresenta il 40%, seguono i 35-44enni con una concentrazione pari a poco meno del 35%

Professione

Gli istituti di credito guardano molto all'affidabilità finanziaria del mutuatario, non a caso la sicurezza economica contraddistingue l'86.1% del campione, a fronte del 7,8% di chi ha un contratto di lavoro flessibile (tempo determinato o autonomo) e dell'1,8% di chi non lavora. Otto mutuatari su dieci sono in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato, mentre i pensionati rappresentano il 4%

La sicurezza economica è un fattore più determinante nelle regioni del nord-est, dove raggiunge l'88%. Il centro e le isole si caratterizzano per una quota di finanziamento a dipendenti a tempo indeterminato più bassa e pari a poco più del 76%. Nell'italia insulare la quota di pensionati che accende un mutuo è la più alta tra tutte le macroaree (8,5%) mentre nel centro emerge il dato relativo ai titolari d'azienda (6%)