Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come ottenere un mutuo senza ipoteca: le cose da sapere

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Non tutti i mutui richiedono a garanzia l’ipoteca su una casa. Esistono dei mutui, detti chirografari, per i quali non è necessario dare il proprio immobile come sottostante. Vediamo cosa sono i mutui senza ipoteca.

Il mutuo chirografario è un finanziamento che come garanzia non richiede un bene immobile, ma il patrimonio personale di chi lo sottoscrive (o di una società), ad esempio tramite cambiali, pegni su titoli o garanzie personali da parte di terze persone che facciano da fideiussore. Solo la firma “fatta a mano” (da cui la parola chirografario) resta quindi a garanzia di questo finanziamento.

Mutuo chirografario garanzie

A causa dell’assenza di una garanzia forte, come può essere l’immobile in caso di ipoteca, il mutuo chirografario ha caratteristiche diverse dal mutuo ipotecario. Il massimo importo concesso, ad esempio, è inferiore (spesso per un massimo di 30 mila euro, e comunque di importo variabile rispetto al tipo di garanzia offerta), come inferiore è anche la durata che non supera i 15 anni (la durata più frequente è di cinque anni). Anche nel caso di mutuo senza ipoteca il tasso prescelto può essere fisso, variabile o misto, e le rate possono essere rimborsate a cadenza mensile o con altri tipi di periodicità.

Mutuo chirografario cos'è

Inoltre, il finanziamento ottenuto non è vincolato all’acquisto della casa, ma può essere utilizzato per qualsiasi ragione. Essendo l’importo richiesto più contenuto, può essere utilizzato ad esempio per effettuare interventi di manutenzione in casa propria, per acquisto di beni legati ad una attività imprenditoriale, o per altri tipo di scopi meno impegnativi rispetto all’acquisto di un immobile.

Tassi mutuo chirografario

Se i costi di accensione del mutuo sono inferiori (mancano infatti i costi delle pratiche ipotecarie, delle perizie ecc. e anche la parcella notarile è più contenuta), i tassi di interesse sono in genere più elevati (il Taeg può anche superare il 10%), in considerazione del fatto che gli importi e le durate sono inferiori rispetto a quelli di un mutuo ipotecario, e che le garanzie sono più labili.

Differenza tra mutuo chirografario e prestito personale

Un mutuo chirografario è diverso da un mutuo per liquidità in quanto quest’ultimo resta garantito da ipoteca. Ma è anche diverso da un prestito personale il quale, spesso, chiede ancor minori garanzie, a fronte di un’erogazione dei fondi più rapida (massimo 48 ore). In certi casi quindi quest’ultima soluzione può essere da preferire.