Notizie su mercato immobiliare ed economia

Dopo quanto tempo dall'acquisto posso vendere la prima casa?

Domanda di: 
Compravendite
Best reply:

Per me fa ridere il "professionista" che risponde a Giorgio. In questi anni ho conosciuto un centinaio di agenti immobiliari,ebbene, faccio fatica a ricordarmene uno serio. Per cercare di vendere un immobile ti raccontano che la terra e piatta. Sono ridicoli e pietosi. Le regole ci sono e basta entrare in internet o telefonare alla agenzia entrate. Anche io a volte mi confondo sulla miriade di regolamenti. Per esempio ho venduto casa e devo riacquistarla e c'è chi mi dice che devo ricomprare entro un anno e chi dice che il termine dell'anno riguarda chi chi ha comprato e deve vendere ancora la prima.insomma un po' di confusione c'è,ma non sono certamente i venditori di fumo a schiarirti le idee

7 9
Vote up!
Vote down!
75 Risposte:

La vendita della prima casa prima che siano trascorsi cinque anni dall'acquisto comporta la perdita delle agevolazioni sulla prima casa, a meno che non si procede all'acquisto di una nuova entro 12 mesi. Qualora non ne comprasse un'altra dovrebbe pagare l'imposta sostituitiva dell'1,75% sull'importo del mutuo, più il 6% di iva sul prezzo d'acquisto se la casa era nuova, o il 7% di imposta di registro sul prezzo d'acquisto nel caso di una casa usata. Inoltre dovrebbe pagare anche il 30% sull'importo dovuto che costituisce la penale

1 1
Vote up!
Vote down!

Salve.
Mi chiamo Paolo, per poter pagare alcuni debiti, ho beneficiato di un prestito di 20.000 € senza alcun problema dal signor Giuseppe che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità.
Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, vi consiglio contattare questo signore e troverete soddisfazione..
Per ulteriori informazioni, scrivere a: prestitoccf@outlook.it

0 2
Vote up!
Vote down!

Voglio vendere la prima casa appena comprata perche' mi sono resa conto che non mi piace e comprarne un'altra

2 2
Vote up!
Vote down!

Non è corretto.
- la penale va pagata solo e soltanto se (prima dei 12 mesi) il venditore non ha saldato allo stato la differenza percentuale di imposta prevista
- la differenza di percentuale di imposta prevista è del 6% su casa usata (8%-2% gia versato)

0 0
Vote up!
Vote down!

Potete lasciare anche un riferimento normativo?
Io sapevo 10 anni.

Grazie per la risposta

1 1
Vote up!
Vote down!

Il 7% in piu' di imposta di registro si calcola sul valore catastale, e non sul prezzo di vendita, in caso di immobile "usato"

0 0
Vote up!
Vote down!

È proprio come dice anonimo 5 luglio ore 08.54 e aggiungo:
- Interessi di mora sul periodo acquisto-rivendita oltre alla già citata sovratassa del 30%.
- Imposta ipotecaria al 2% (- 168 euro già versati)
- Imposta catastale al 1% (- 168 euro già versati).
Insomma una bella botta!

0 0
Vote up!
Vote down!

La vendita della prima casa prima che siano trascorsi cinque anni dall'acquisto comporta la perdita delle agevolazioni sulla prima casa, a meno che non si procede all'acquisto di una nuova entro 12 mesi. Qualora non ne comprasse un'altra dovrebbe pagare l'imposta sostituitiva dell'1,75% sull'importo del mutuo, più il 6% di iva sul prezzo d'acquisto se la casa era nuova, o il 7% di imposta di registro sul prezzo d'acquisto nel caso di una casa usata. Inoltre dovrebbe pagare anche il 30% sull'importo dovuto che costituisce la penale, il 7% in piu' di imposta di registro si calcola sul valore catastale, e non sul prezzo di vendita, in caso di immobile "usato"

-1 1
Vote up!
Vote down!

Fate ridere, rivolgetevi ad un vero professionista no? ah giusto...perchè pagare un professionista che queste cose le pratica tutti i giorni, le studia e si aggiorna sempre, quando si puo fare privatamente pescando pareri a destra e manca...già...spero che le vendite tra privati finiscano così la gente smetterà di auto fregarsi.
Obbligo di intermediazione del professionista, con Zero provvigioni per chi acquista e il 3% per chi vende, per lavoro e pubblicità ecc....questo sarebbe giusto..

5 7
Vote up!
Vote down!

Ti pago se ti richiedo....altrimenti non ti devo nulla......se compro un auto di lusso di grande valore non richiedo intervento obbligatorio di intermediario............faccio da solo...sia la documentazione sia la scelta del notaio....devo solo girare un po per uffici comunali

2 4
Vote up!
Vote down!

Per me fa ridere il "professionista" che risponde a Giorgio. In questi anni ho conosciuto un centinaio di agenti immobiliari,ebbene, faccio fatica a ricordarmene uno serio. Per cercare di vendere un immobile ti raccontano che la terra e piatta. Sono ridicoli e pietosi. Le regole ci sono e basta entrare in internet o telefonare alla agenzia entrate. Anche io a volte mi confondo sulla miriade di regolamenti. Per esempio ho venduto casa e devo riacquistarla e c'è chi mi dice che devo ricomprare entro un anno e chi dice che il termine dell'anno riguarda chi chi ha comprato e deve vendere ancora la prima.insomma un po' di confusione c'è,ma non sono certamente i venditori di fumo a schiarirti le idee

7 9
Vote up!
Vote down!

Se hai conosciuto un centinaio di agenti immobiliari vorra' dire che non ti fidi neanche di te stesso, io di sicuro quando arriva il cliente 2-3 visite al massimo e capisco le sue esigenze... ma paragonarmi ad un venditore di fumo non te lo passo di sicuro. Cosa ne sai te di tutti i sacrifici e di tutti gli aggiornamenti che dobbiamo sostenere per essere sempre preparati in modo serio ed esplicito??? Ti ricordo una cosa molto importante, ci sono i venditori di case e poi ci sono gli Agenti immobiliari, pregasi fare una netta distinzione. Grazie Luigi agente immobiliare professionista dal 1993...

0 0
Vote up!
Vote down!

Una cosa non ho mai capito degli agenti immobiliari...ma dove comprate i vestiti e le cravatte? Ricordate, siete finiti, la gente ha imparato a comprare e vendere senza di voi, cercatevi un'altro lavoro, siete cosa degli anni 80

4 4
Vote up!
Vote down!

Gli agenti immobiliari fanno ridere!!! E la maggior parte di loro vogliono fregare la gente!!! agenti immobiliari fate pietà!!!

2 2
Vote up!
Vote down!

Per anonimo 6 lug 16:36 per il tuo dubbio: buona la prima se hai usufruito delle agevolazioni prima casa, la seconda che ti hanno detto è (cito il rag. Fantozzi) una ca...a pazzesca! ciao.

0 0
Vote up!
Vote down!

Concordo in tutto...agenzie immobiliari da EVITARE COME LA PESTE! TUTTE!

0 0
Vote up!
Vote down!

Ogni immobile si può vendere quando si vuole.
Due sono gli aspetti importanti in caso di vendita da parte di un privato entro i 5 anni dall'acquisto.
BENEFICI prima casa: chi ha acquistato una civile abitazione usufruendo dei benefici prima casa (7% in caso di imposta di registro o 6% in casi di Iva) e la vende prima dei 5 anni senza ricomprare entro un anno un immobile da adibire ad abitazione principale, deve restituire i benefici goduti, oltre una sanzione del 30% e gli interessi. Diversamente se ricompra entro un anno dalla vendita, non solo non dovrà restituire i benefici, ma addiruttura godrà di un credito di imposta pari a quanto versato in termini di imposta con il primo acquisto ma con il limite di quanto dovrebbe pagare con il successivo acquisto.
Plusvalenza: come regola generale la plusvalenza ottenuta tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto maggiorato delle imposte e delle spese inerenti e documentabili, viene tassata tra i redditi diversi o in alternativa a scelata del contribuente con un impsta sostitutiva del 20%. Alcune eccezioni riguardano gli immobili pervenuti per successione e quelli adibiti ad abitazione principale del proprietario o di un familiare diretto per più del 50% del tempo trascorso tra l'acquisto e la vendita. Nturalmente la plusvalenza che si ottiene dopo i 5 anni non viene tassata (per i privati)

4 4
Vote up!
Vote down!

Buongiorno, non sono un esperto del settore ma da indagini da me effettuate posso confermare che quanto detto dal Sig. Anonimo trova riscontro con quello che ho trovato come informazioni in proposito.
Vorrei comunque aggiungere che, oltre ad essere sufficiente aggiungere nella proposta un articolo specifico come il seguente: "ARTICOLO x - CONTRATTO PRELIMINARE -La presente proposta si perfezionerà in vincolo contrattuale (contratto preliminare) allorché il proponente avrà avuto conoscenza, mediante comunicazione dell'avvenuta accettazione nella sua integrità da parte del venditore"
ed evitare quindi qualsiasi equivoco, cio' non toglie che comunque e' sempre possibile aggiornare tale proposta/compromesso, e fare quindi un altro compromesso, quando specifici requisiti o eventi non presenti al momento della accettazione della proposta lo richiedono.

0 0
Vote up!
Vote down!

Agenti immobiliari truffatori. Ma come fate a guardare vostra moglie quando tornate a casa? poveretti.

3 3
Vote up!
Vote down!

Verisssimo! siete dei banditi

1 1
Vote up!
Vote down!

Concordo. Anche per la casa non è richiesto l'intervento dell'intermediario.
Infatti per la ricerca dell'immobile vi sono i portali su internet, sezzione da privato a privato.
Per a documentazione farà tutto il notaio, di cui non si può are ameno perchè la legge lo richiede.
I testi del preliminari si possono scaricare da internet e con un pò di buon senso adattarre al caso. È semplice scrivere quello su cui si concorda oppure chiedere al citato notaio.
Ed ecco risparmiati migliai di euro.
A chi dice che un agente immobilira lo avrebbe protetto da errori, gli farei leggere le rsipsote di questo a questo quesito.

0 0
Vote up!
Vote down!

Mi permetto di sconsigliare vivamente a quanti seguono questo forum di
Scaricare da internet il testo di un preliminare e di adattarlo al caso, a meno che
Non siate certi di avere il bagaglio di conoscenze necessario per poterlo fare.
Rivolgetevi sempre ad un bravo notaio per la preparazione del compromesso, anche qualora
L'agente immobiliare sia intervenuto per la conclusione dell'affare.
In primo luogo il notaio (generalmente) non modificherà il suo preventivo per la
Preparazione del preliminare in presenza dell'impegno a concludere presso il medesimo
La stipula dell'atto definitivo.
In secondo luogo perchè si parla di un contratto talmente importante e delicato da
Rendere pericolosa ogni forma di improvvisazione.
In terzo luogo perchè non conterà solo quello che sul compromesso verrà scritto ma anche
Quello che non verrà scritto.

Esperto garantito da idealista
0 0
Vote up!
Vote down!

Era ovvio che avresti criticato il mio suggerimento provocatorio. I forum ( anche questo idealista ) sono pieni di utenti che si lamentano di preliminari preparati da genti immobiliari, soprattutto quelli delle catene di franchising. Quindi il punto di partenza da internet è quantomeno equivalente o migliore di quello dell'agente immobiliare. Ovviamnte, come ho detto io prima, un coinvolgimento del notaio è utile. Quello che è inutile, e tu stesso lo dici chiaramente ( cito "anche qualora l'agente immobiliare immobilire sia intervenuto per la conclusione dell'affare"), è l'agente immobiliare. Vi sono, su internet, testi di contratti preliminari di fonte autorevolissima, ben più di agenti immobiliari. La proposta di acquisto, che con molto leggerezza ( o malafede ) viene predisposta da agenti immobiliari è già un preliminare a tutti gli effetti. Quindi decida l'acquirente se è meglio fidarsi di un internet-di-fonte autorevole che un agente immobiliare, parte interessata alla pseudo conclusione dell'affare per maturare la mediazione con il "nesso" . Nota importante : noto inoltre che tu distingui fra "preliminare" e "compromesso". Come sentenziato dalla corte di cassazione un preliminare ( che è di per sè il compromesso) che rinvia ad un seguente "preliminare-compromesso" è nullo. Credevo fosse noto a tutti gli agenti immobiliari. Dopo il preliminare vi è solo il rogito. Almeno questo secondo la corte di cassazione e non secondo il sottoscritto.

0 0
Vote up!
Vote down!

Per sua cultura le cito un autorevole intervento pubblicato sul Sole24ore
«Come hanno avuto modo di spiegare alcune sentenze – commenta Gabriele Noto, consigliere nazionale del Notariato – non è per niente certo che l'unione tra proposta e sua accettazione sono pari a un contratto preliminare. Anzi, questo non è scritto da nessuna parte nel Codice»

Esperto garantito da idealista
0 0
Vote up!
Vote down!

Ricercherò chi è questo consigliere del notariato e lo contattatterò.
Sono già stato in contatto diretto con il consiglio nazionale del notariato a Roma.
Una proposta accettata è per la cassazione un contratto preliminare o se rimanda a successivo preliminare è nulla.
Il concetto di semplice "promemoria di intesa" non è niente e non può esserci passaggio di danaro sul niente.
Quindi il tuo è un gioco di parole senza contenuti giuridici.
A che scopo l'acquirente formulerebbe una proposta di acquisto, che a questo punto deve essere senza caparra, ad un venditore che non avrebbe senso esprimesse accettazione su uno scritto che dichiara buona intenzioni e nessuno impegno ?
Ecco i pasticci !
Ed in questo caso malaugurato caso è chiaro che l'agente immobiliare non matura un euro di mediazione, in quanto non vi è conclusione di nessun affare. Quindi, e non posso credere, che la frase del notaio, da te quotata, esprima il contenuto completo del pensiero del notaio.

0 0
Vote up!
Vote down!

Inoltre, non ti preoccupare della mia cultura. A questa ci penso io. Se ti va scrivi sul forum cose per tutti.
Ripeto su Gabriele noto farò le mie ricerche e non è la prima volta che contatto autori di articoli.
Grazie ad internet e posta elettronica non esistono più gli dei irraggiungibili.

-1 1
Vote up!
Vote down!

per commentare devi effettuare il login con il tuo account