Notizie su mercato immobiliare ed economia

"La propensione dei giovani a pagare per usare una casa e non per possederla è il vero mercato del futuro"

Autori: @Annastella Palasciano, luis manzano

In un mercato ripartito per quanto riguarda le compravendite tra privati, ma ancora stagnante dal punto di vista industriale, occorre guardare al futuro per capire quali saranno le nuove tendenze e adeguare i propri modelli. A dirlo è stato Filippo Delle Piane, VicePresidente Ance, ospite di Immonext 2017, che ha individuato nella locazione uno dei mercati sui cui puntare, perché oggi più che mai esiste una propensione dei giovani a " pagare per usare" una casa e non "più per possederla".

Nonostante l'aumento delle transazioni - ha affermato Delle Piane - siamo in un moento di calo demografico, accompagnato da un cambiamento importante nella composizione delle famiglie. ·"Le nuove generazioni hanno una propensione a pagare per utilizzare che che è ormai maggiore di quella per possedere". L' acquisto di una casa aveva un senso in un mercato dove l'inflazione viaggiva a doppia cifra, e la casa era un bene rifugio. 

"Oggi nasce un nuovo mercato con una potenziale domanda di immobili in affitto di chi è in costante mobilità. Un mutuo trentennale per chi non sa dove vivrà o lavorerà non ha molto senso". Per questo è necessario un mercato degli affitti professionale. In questo mercato "gli investitori hanno bisogno di interlocutori sempre più professionali e sempre meno artigianali, una delle grandi sfide che la categoria è chiamata a compiere".

Un piano Marshall per l'immobiliare

Un'altra delle sfide che si aprono oggi nel nostro Paese è "quella di rigenerare e rinnovare un patrimonio vetusto che ha bisogno di incentivi reali, attraverso l'attivazione di un vero e proprio Piano Marshall che riguardi il grosso del nostro mercato immobiliare, che è quello residenziale".

"Quindi - ha concluso il VicePresidente Ance -crediamo che i mercati potenziali esistono, si tratta di capirli, strutturarsi per affrontarli e fare un'attiva di lobby propositiva nei confronti della pubblica amministrazione per avere anche gli strumenti giuridici necessari per affrontarli".