Notizie su mercato immobiliare ed economia

Gli usa dimenticano la bolla immobiliare: fannie mae restituisce i soldi al tesoro

Autore: Redazione

Quando negli stati uniti esplose la bolla immobiliare nel 2007 i due colossi del credito, fannie mae e freddie mac ricevettero sostanziosi aiuti da parte del tesoro, senza i quali probabilmente il paese sarebbe andato a rotoli. A cinque anni da quel clamoroso salvataggio pubblico uno dei due beneficiati, fannie mae, potrebbe restituire buona parte dei soldi ricevuti

La ripresa del mercato immobiliare ha consentito infatti a fannie mae di tornare in utile. L'istituto a cui si rivolge la maggior parte degli americani per chiedere un mutuo potrebbe essere in grado di restituire al tesoro 61,5 miliardi di dollari ricevuti durante la crisi

La potenziale restituzione dei fondi ha ovviamente delle implicazioni politiche, con le autorità americane che stanno cercando di delineare una riforma di fannie mae e freddie mac, i due colossi del credito ipotecario nazionalizzati durante la crisi. Il pagamento, che non cancellerà il debito di fannie mae nei confronti dei contribuenti e non la rimuoverà dal controllo del governo, rappresenta comunque un importante dividendo per il tesoro, messo a dura prova in quesati mesi dall'espansione della spesa pubblica e dai pericoli del fiscal cliff

Fannie mae e freddie mac hanno ricevuto 188 miliardi dal tesoro americano e hanno finora pagato un dividendo di 58 miliardi di dollari, portando il costo totale dei salvataggi a 130 miliardi di dollari, di cui 88 miliardi di dollari in capo a fannie mae e 42 miliardi di dollari a freddie mac