Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ecco lo “zoo umano” di Parigi che ricreava la vita nelle colonie francesi

Messy Nessy
Messy Nessy
Autore: Redazione

Nei boschi di Vincennes, a Parigi, si trovano i resti di quella che una volta è stata una mostra pubblica per promuovere il colonialismo francese: una specie di zoo umano. Nel 1907 nel Jardin d’Agronomie Tropicale sono stati realizzati sei villaggi con i padiglioni che rappresentavano le colonie francesi: Madagascar, Indocina, Sudan, Congo, Tunisia e Marocco. Per ricreare la vita e la cultura c’erano anche persone di queste terre lontane.

Da maggio a ottobre del 1907, quando tutto è finito, gli “abitanti” di questo zoo sono stati osservati da più di un milione di visitatori curiosi.

Ora il Jardin d’Agronomie Tropicale è una macchia oscura nella storia della Francia. Durante la maggior parte del XX secolo è rimasto chiuso, oggi gli edifici sono abbandonati e in rovina. Ma sono visitabili.

Si stima che oltre 35.000 uomini, donne e bambini hanno lasciato la loro terra natia per partecipare a questo tipo di esibizioni in città come Parigi, Londra o Berlino. Si trattava di famiglie reclutate dalle colonie per mostrare il potere dell’Occidente.

Quando la mostra è terminata nell’ottobre del 1907, qualcuno è tornato nel proprio villaggio, ma altri sono finiti in realtà di malaffare e sono stati costretti a entrare in gruppi circensi.

Oggi questo giardino è abbandonato, selvaggio e verde, pieno di piante tropicali indomabili. Sono i fantasmi di questo purgatorio.