Notizie su mercato immobiliare ed economia

Conviene più avere una casa in affitto che investire in titoli di stato (grafico)

Autore: team

Galeotti il calo dei prezzi delle abitazioni e la tenuta dei canoni, la redditività degli affitti sale dell'8-10% battendo nell'ultimo triennio quella dei titoli di stato

Momento favorevole, quindi, per gli investitori senza problemi di liquidità che vogliano acquistare a prezzi più accessibili contando su rendimenti interessanti. A dirlo l'ufficio studi ubh che ha preparato una serie di elaborazioni che permettono di calcolare quanto renda effettivamente una casa ad un proprietario al netto del pagamento dell'irpef. Esempio: per un miniappartamento affittato alla periferia di Milano è possibile guadagnare un 5,6% lordo che diventa un 4,3% netto, se si ha un reddito di 1500 euro e si paga un'aliquota del 27%. Se invece si sta parlando di un proprietario che abbia un reddito superiore a 75.000 euro e deve pagare un'aliquota del 43%, la redditività netta sarà di 3,55%

Le combinazioni esemplari sono tante. Si sa che nelle grandi città, i rendimenti meno lordi risultano più contenuti nel centro della città e nei semicentri, così come sappiamo che i rendimenti maggiori si registrano soprattutto nelle periferie delle grandi città. In ogni caso il dato rilevante è che la redditività di un affitto varia dal 3 al 5% netto

Come avevamo pubblicato qualche settimana fa l'Italia è il paese che più è cresciuto in rendimenti sull'affitto

Pubblicità

Ricevi la nostra selezione di notizie sulla tua e-mail