Notizie su mercato immobiliare ed economia

Agenzia del territorio: crolla il mercato della casa, compravendite giù del 20% (tabelle)

Autore: Redazione

È la più brusca caduta tendenziale dal 2004 quella che ha interessato il mercato immobiliare residenziale nel primo trimestre 2012.  Rispetto all'analogo periodo del 2011, le compravendite sono scese del 19,6% passando da 136.780 a 110.021. Una flessione negativa che potrebbe interessare anche il prossimo semestre, come del resto noi di idealista avevamo previsto ad inizio anno. Sono queste le notizie che arrivano dall'osservatorio del settore immobilare dell'agenzia del territorio che ogni trimestre elabora la nota sull'andamento del mercato

Dopo la ripresa registrata nell'ultimo trimestre 2011, il mercato delle case - che rappresenta circa il 45% dell'intero comparto immobiliare- conosce una forte battuta d'arresto. E il crollo non riguarda solo il settore residenziale, ma il mercato immobiliare in generale, dove si registra una flessione del 17,8%.  In particolare, il settore terziario perde il 19,6% delle transazioni, il commerciale -17,6%, mentre più ridotta è la perdita nel settore produttivo (-7,9%). In calo del 17,4% anche il settore delle pertinenze (box e cantine), dove le transazioni passano da 140.476 a 88.894

 

L'inflessione del mercato residenziale interessa tutte le macro aree geografiche. Mentre l'area del sud e del centro (dopo due trimestri positivi) perdono rispettivamente il 20,4% e il 20% delle compravendite, il nord registra un'inflessione del 18,9% (confermando il calo già registrato nel iv trimestre del 2011

 

L'inflessione del mercato residenziale registrata a livello nazionale si riscontra anche nelle otto metropoli italiane. Complessivamente le grandi città registrano, infatti, un tasso tendenziale pari a -17,9% dopo la tendenza al rialzo dell'ultimo e penultimo trimestre del 2011. Tra le città spiccano el forti flessioni registrate a Palermo (-26,5%), Genova (-21,8%) Roma e Firenze (-21%)

Articolo visto su
(idealista.it/news)

per commentare devi effettuare il login con il tuo account

Commenti

Chi perde veramente sono quelli che hanno acquistato la casa dei loro sogni ad una cifra sopravvalutata ed ora si ritrovano con una marea di debiti : vedi la ministra coccodrilla che destabilizza tutto il mercato del lavoro e non dà nessuna proposta decente per quelli che non hanno più lavoro e devono svenarsi per saldare mutui da strozzini.

0 0
Vote up!
Vote down!

Scusate l'anonimato, ma sono un agente immobiliare e non posso schierarmi per una questione professionale, ma mi fa piacere poter esprimere il mio parere personale visto che ci sto dentro e lo vivo quotidianamente il problema.
I prezzi delle case si sa che sono stati gonfiati da un mercato drogato negli ultimi 8/9anni,
La droga ovviamente è stato la facilità con cui le banche hanno dato accesso al credito, con valori spesso di gran lunga superiore al prezzo dell'immobile anche del 20%, tutto questo adesso o meglio dal 2007/2008 in poi sta cadendo a pezzi, quindi oggi siamo in una fase dove alcuni hanno preso coscienza del fatto che i prezzi dovranno riportarsi al potere d'acquisto degli italiani, ma ancora una larga fetta di italiani questo non lo capisce e continua ad illudersi che si riprenderà e ritornerà tutto come prima anzi meglio, ecco queste persone bisogna comprenderle come dobbiamo comprendere tutti quelli che hanno creduto in un sistema consumistico occidentale che non ha portato a nulla, forse siamo all'inizio della fine, alla fine qualcuno ne uscirà rotto, ma solo riportando i prezzi equiparati al potere d'acquisto se ne usciremo vivi, altrimenti il problema andrà avanti senza fine e non toccherà solo al nostro settore ma a tutti sia grandi che piccoli, ovviamente i grandi avranno una sopravvivenza superiore, ma poi si arriverà come ha scritto qualcuno sopra che compreremo una villa per un pezzo di pane, può sembrare una cosa assurda ma potrebbe accadere tranquillamente andando avanti di questo passo.

0 0
Vote up!
Vote down!

Si c'avete tutti i soldi, l'oro, la robba sotto al materasso, e venite qui a rosicare... ma va via va....

0 0
Vote up!
Vote down!

Chi può vendere a meno lo farà, chi ha sopra un mutuo più alto del valore della casa meglio la lasci alla banca.
Chi ha speso 100 per costruire una casa e prima vendeva a 120-130 ora vende a 110-105-100, se può e ha i soldi per chiudere i conti con la banca vende a 90 se la banca accetta lo stralcio del debito altrimenti meglio si tenga la banca la casa, se devo vendere e non ho i soldi per chiudere il debito residuo che faccio tiro fuori dei soldi che non ho? io lascerei tutto alla banca e che si arrangi.
Inutile offendere e dire mattonari di qua, di la eccetera c'è gente che lavora e ci vive e da lavoro a molti con questo settore e molto è legato al settore immobili e indotto, se pensate che fare una casa costi metà di quello che ve la vendono bhè allora fatevela da soli la casa e poi vediamo, non insultate le persone se non sapete di cosa state parlando.
In Italia tutti bravi a lamentarsi intanto pagate i jeans di marca, le scarpe, lo smartphone o altri beni non necessari 5-10 volte quello che costano e non vi lamentate.
Fate pure le proposte al 50% del prezzo, se qualche disperato vi vende la casa meglio per voi, io piuttosto che regalare una cosa per cui ho fatto sacrifici e sudato tanto la lascio la a marcire, ho amici che stanno in 4 in 40mq perchè non hanno possibilità di cambiare casa, si adattano, se devono regalarla piuttosto se la tengono e stanno stretti.
Poi ognuno la veda come vuole questa è una mia idea, mi sembra che dietro una tastiera siano tutti bravi a insultare e commentare, ma se foste voi dall'altro lato?

0 0
Vote up!
Vote down!

Io di tutto quello che leggo, penso che in Italia, ci siano delle sopravalutazioni di certi immobili, secondo me le agenzie immobiliarie pur di accaparrarsi immobili, fanno valutazioni, che non stanno ne in cielo ne in terra, il tutto per almeno il 3xcento, se non di piu, di guadagno. Basta vedere il fiorire di uffici immobiliari in tutti i corsi centrali delle citta, o anche piccoli paesi, poi va anche detto, che i rogiti costano una barbarita, secondo me sarebbe ora di snellire, il sistema, chisssa forse cosi, riparte il mercato, rimango dell'opione che il mattone sia sempre un buon investimento, sopratutto se si tratta di prima casa, la imu fa paura a chi a piu case, in fondo la prima , non mi sempra per niente penalizzata, ciao

0 0
Vote up!
Vote down!

Era ora che i prezzi cominciassero a scendere.... con questi prezzi assurdi e gli stipendi al lumicino, nessuno più potrà comprare....

0 0
Vote up!
Vote down!

Onestamente a parte le poche cose sensate che si leggono in questo forum, quello che colpisce e fa riflettere è il livello medio della popolazione italiana.
Veramente deprimente e chiaro indice del perchè la nostra civilissima nazione sta per crollare miseramente ed essere acquistata in blocco dai cinesi.
Il mors tua vita mea che si respira qui dentro è veramente roba da usurai.
Molti di voi, per quanto siano poveri o ricchi, dovrebbero solo vergognarsi di avere modalità di vita e sentimenti come quelli che qui decantano.
Questa è pura barbarie.

0 0
Vote up!
Vote down!

E con questa notizia, simile a quella pubblicata da decenni alla fine di ogni trimestre, ci sono persone che aspettano la discesa dei prezzi. Non sono un mattonaro, come tanti apostrofano i Partecipanti alla discussione ma semplicemente tengo i piedi per terra e non mi faccio illusioni ingiustificate.

Fonte: istat

Costo di costruzione di un fabbricato residenziale

Nel primo trimestre 2012 il costo di costruzione di un fabbricato residenziale aumenta dell'1,6% rispetto al trimestre precedente e del 2,6% rispetto al primo trimestre 2011.

I contributi maggiori alla crescita tendenziale dell'indice vengono dal costo della mano d'opera (1,6 punti percentuali) e dai prezzi dei materiali da costruzione (0,7 punti percentuali).

Gli indici dei costi per gruppo hanno registrato, rispetto al quarto trimestre 2011, incrementi del 2,1% per la mano d'opera, dell'1,0% per i materiali e dell'1,6% per i trasporti e noli. Rispetto al primo trimestre 2011, il costo della mano d'opera è aumentato del 2,9%, quello dei materiali dell'1,9% e quello dei trasporti e noli del 4,1%.

All'interno dei materiali, gli aumenti congiunturali maggiori hanno riguardato le categorie pietre naturali e marmi (+2,5%), leganti e impermeabilizzazioni, isolamento termico (entrambi +2,0%). In termini tendenziali, gli incrementi più ampi si sono registrati per impermeabilizzazioni, isolamento termico (+8,7%) e laterizi e prodotti in calcestruzzo (+4,5%).

0 0
Vote up!
Vote down!

Ma come mai i primi post li scrivono sempre gli stessi sfigati che nn possono comprarsi nemmeno il paneeee

0 0
Vote up!
Vote down!

Ho letto tutti i commenti e sono davvero avvilito dal disfattismo e dal qualunquismo che ne esce. Ma ho davvero cosi tanti connazionali senza palle.... anziche giocare a chi fa la previsione piu catastrofica (che fa sempre figo) tirate fuori le palle e lottate per ottenere quello che volete cazzo! Ripete a pappagallo le metafore ridicole dei giornalisti ormai diventati solo gente di spettacolo... esempio: Italia fanalino di coda dell'europa.... ma siete mai usciti dal vostro paesino?? Germania, francia e poi Italia quasi ex equo con i galli.... tutti gli altri hanno pil insignificanti... in danimarca funziona tutto bene ma solo la Lombardia produce piu ricchezza di loro... svegliatevi e tirate fuori un po di orgoglio, ci sono problemi in tutti i paesi, la differenza e' che solo noi ci piangiamo addosso come degli smidollati. Svegliaaaaaaa

0 0
Vote up!
Vote down!

Io mi kiedo se sia utile sparare sulla croce rossa crisi inventata,mercato crollato solo ed esclusivamente x le prime case,dove necessita mutuo oggi impossibile da ottenere vista la voglia di piangere delle banche x ottenere fondi pubblici...

0 0
Vote up!
Vote down!

Gianluca rurale tel.3931856266rurale.gianluca@gmail.com Attività di mediazione immobiliare da oltre 20anni esclusivamente appartamenti e ville di charme in Milano Bergamo monza lake Como brianza e lake maggiore.. Location only luxury house for manager a disposizione anche alla domenica tel.3931856266

0 0
Vote up!
Vote down!