Notizie su mercato immobiliare ed economia

Case anfibie per difendersi dalle alluvioni (video e fotogallery)

Autore: Redazione

Per difendersi dal rischio alluvioni e dal loro inevitabile corollario di distruzione, l'ingegneria ambientale sta progettando da tempo delle abitazioni capaci di resistere a questo tipo di catastrofi. L'ultima novità arriva dalla gran bretagna dove gli architetti del baca e dell'agenzia per l'ambiente hanno messo in cantiere sulle sponde del tamigi delle case anfibie, che possono galleggiare in caso di inondazione

I primi prototipi sono già stati costruiti nel buckinghamshire. Si tratta di abitazioni di 225m2 di tre piani capaci di sollevarsi e di galleggiare. Un meccanismo reso possibile grazie alle fondamenta che combaciano con un bacino artificiale suscettibile al movimento delle acque. Costruire delle case anfibie, che possono limitare anche del 70% i danni in caso di inondazione, costa solo il 20% in più rispetto a una casa tradizionale

Secondo l'esperto in costruzioni marittime intervistato dal corriere, quella delle case anfibie pur essendo un'idea incredibile, è adatta soltanto in certe condizioni e per case costruite da zero. È quindi necessario adattare le possibili soluzioni al problema alluvioni al territorio. Uno degli interventi meno costosi, e capaci allo stesso tempo di limitare i danni, è il verde pensile, che consiste in ricoprire i tetti delle abitazioni con diversi strati di vegetazione in grado di assorbire fino all'80% dell'acqua e di restituirla nelle fognature