Notizie su mercato immobiliare ed economia

Il mattone si riprende se i venditori abbassano i prezzi del 30%

Autore: Redazione

Le case si vendono sempre meno e ci vuole tantissimo tempo per chiudere una trattativa. Cosa potrebbe sbloccare la situazione? la riattivazione dei mutui, si sente spesso dire, che permetterebbe agli italiani di tornare sul mercato immobiliare. Invece, secondo Marco liera, ex giornalista de il sole 24 ore e oggi fondatore di youinvest.org -la scuola per investire- la strada è un'altra: una riduzione dei prezzi del 30%, che provocherebbe vantaggi per tutti

La constatazione di partenza è molto semplice: l'incontro tra domanda e offerta non si realizza. I potenziali acquirenti, semplicemente, non possono comprare a questi prezzi, gonfiati da un sistema creditizio che oggi è semplicemente scomparso

I proprietari, inoltre, hanno un'idea singolare del prezzo dei propri immobili. Comprati magari decine di anni fa in lire, il riferimento che funziona nella testa di molti è quello del top dei prezzi del 2006/2007. La questione, come spesso succede in economia, è senz'altro psiscologica e determina l'atteggiamento diffuso "piuttosto non vendo"

Ma non di sola psicologia vive il comportamento economico. Un dato oggettivo contribusce alla fissità dei valori immobiliri: gli italiani non hanno molti debiti. I crolli dei prezzi degli usa, irlanda o spagna sono stati accelerati dal fatto che i venditori avessero fretta di vendere

Secondo Marco liera questa situazione è però dannosa per tutti. "È più saggio incassare oggi il 20-30% in meno che non rischiare una svalutazione peggiore tra due-tre anni" e pagare un imu altissima, che nel caso delle seconde abitazioni è aumentata fino al 240% rispetto all'ici

Le perdite del presente, che i proprietari non sono disposti ad assumere, devono essere, secondo liera, ridimensionate. Per prima cosa, chi ha comprato in lire o ha ereditato, di cosa si lamenta? anziché pensare a quanto "ha perso rispetto al 2007" farebbe bene a pensare a quanto ha guadagnato rispetto a quando ha veramente comprato l'immobile

Con i soldi ottenuti, inoltre, si potrebbero fare investimenti più redditizi: non vendere significa quindi rinunciare a guadagnare in un altro modo. Allo stesso tempo chi acquista, soprattutto nei casi di alloggi vecchi, contribuirebbe a dare ossigeno al settore edile grazie ai lavori di ristrutturazione

per commentare devi effettuare il login con il tuo account

Commenti

Complimenti, un vero genio...
Tanto ci voleva a capirlo??

0 0
Vote up!
Vote down!

Concordo

0 0
Vote up!
Vote down!

Si un vero genio, meno male che ho letto l'articolo, ho risolto tutto!!! è per quelli che han comprato 5/7 anni fa????? la colpa è del sistema... da abbattere!!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Credo che non bisogna trattare il problema senza le dovute distinzioni : un appartamento può avere una quotazione di euro 7.000 al mq. Se in un grosso centro ubano ma anche euro 900 al mq. Se in un centro minore e dire in questo caso che bisogna calare il prezzo senza un distinguo è semplicemente demenziale. Inoltre dire che conviene vendere oggi a poco perchè sicuramente fra due anni le case andranno regalate significa cercare di scoraggiare gli acquirenti e il mercato con affermazioni ancora piu' demenziali atte a mettere in discussione la proprietà . è evidente la matrice filocomunista - stalinista di antica memoria come se la gente non avesse capacità critica.

0 0
Vote up!
Vote down!

Di fregnacce ne ho lette parecchie. Questa le batte tutte.
Chi ha scritto questo articolo è un giornalista del sole24ore che, ricordo, è il giornale della confindustria.
Comunista??
Svegliati e scrivi meno idiozie.

0 0
Vote up!
Vote down!

Hm... il prezzo e' dato da incontro domanda e offerta. Mi sembra abbastanza liberista, piu- che comunista.

Nulla si crea, nulla si distrugge. Vale anche nell'economia.

0 0
Vote up!
Vote down!

Concordo con il commento di anonimo del 27 maggio 2013, devono a mio parere calare i prezzi di grandi città dove sono improponibili i prezzi di 7.000 euro/mq , ma nel mio caso dove vendo una porzione di casa abbinata a 687 euro/mq, dovrei calarlo ulteriormente del 30% ? ma quando vado al supermercato, non mi sembra che i prezzi dei generi di primo consumo calino del 30%, il problema è negli istituti di credito che non concedono prestiti ne per l' acquisto ne per la ristrutturazione degli immobili.

0 0
Vote up!
Vote down!

Concordo con il commento di anonimo del 27 maggio 2013, devono a mio parere calare i prezzi di grandi città dove sono improponibili i prezzi di 7.000 euro/mq , ma nel mio caso dove vendo una porzione di casa abbinata a 687 euro/mq, dovrei calarlo ulteriormente del 30% ? ma quando vado al supermercato, non mi sembra che i prezzi dei generi di primo consumo calino del 30%, il problema è negli istituti di credito che non concedono prestiti ne per l' acquisto ne per la ristrutturazione degli immobili.
----
Interessante il paragone con la frutta e verdura.
Prova il paragone con le azioni...
Ti sembra che i beni di prima necessità crescano del 300% in 5 anni? questo è successo con gli immobili..

Negli ultimi 5 anni invece le case sono calate solo del 20%.. Come vedi calano bene e crolleranno ancora di più.
Lo dici anche tu. Improponibili i prezzi di 4000 al mq medi a Roma.
Il tuo caso invece non è il prezzo il problema, ma probabilmente la location. Se non ci vuole venire nessuno a vivere là, la puoi anche regalare ma non troverai nessuno lo stesso.

0 0
Vote up!
Vote down!

Tra 2-3 anni ci sarà una svalutazione peggiore allora che senso ha comprare ora..... aspetto 2-3 anni..... il signore che ha scritto l'articolo in oggetto è molto riduttivo nella sua analisi attribuendo ad un solo fattore la crisi immoboliare, quando ormai è noto anche ai piccini che le cause sono almeno 3 o più fra cui stretta creditizia e stabilità politica per una più rosea aspettativa del futuro. Dire che è solo questione di prezzo non sposta l'ago della bilancia positivamente sull'acquisto.

0 0
Vote up!
Vote down!

Sante parole

0 0
Vote up!
Vote down!

Per chi vuole comprare oggi qualsiasi prezzo è alto proprio perchè il popolo si aspetta un ulteriore discesa.....
Se è vero che nel 07 il mercato era in ecceso di rialzo, oggi è in eccesso di ribasso....

0 0
Vote up!
Vote down!

Il cosddetto 'mercato' 2007 era doppato dal 'raddoppio' lira/euro. Poi dal 2007 al 2010 c'è stato il volano credito 'hot value' e, badate bene, a crisi già conclamata, si sono cominciati a vedere gli scricchiolii.
Vero che la crisi taliana dell'imm. È del tutto particolare. Ma dire che oggi c'è un 'eccesso di ribasso''. Semplicemente il cd. 'Riallineamento' retribuzioni/prezzi non c'è stato. Questa volta il riallineamento sarà prezzi/retribuzioni. Purtroppo c'è chi sta praticando un riallineamento ricavi/prezzi agendo su almeno tre fattori: qualità, quantità e anticipi fornitori.
Le case, quelle nuove sono qui. In questa forbice e non nella forbice credito compratori.
Inoltre l'imu: è dovuta. Al max potranno (i soggetti pubblici) spostare al prossimo anno gli introiti del 2013 ma DOvranno farlo.
Ps agli mprenditori veri: fatevi un esame di coscienza e ominciate a cercare il pofitto e non l'extraprofitto!!!!!!
Conti dal 30 al 40%. Ma veri no quelli che rialzano per poi fareno 'sconto' del 20.

0 0
Vote up!
Vote down!

Un pò mi ci ritrovo nel tuo racconto...pensa che io devo vendere casa e voglio farlo senza agenzia, ma mi resta quasi impossibile, ho appeso alcuni annunci per strada e ho anche messo qualche annuncio su internet; le agenzie mi tartassano continuamente, mi chiamano a tutt le ore del giorno per convincermi a rilasciar loro il mandato, minacciandomi anche che tanto da sola non venderò mai. Addiritura un'agenzia mi ha suonato sotto casa... mi sento perseguitata e se il telefono squilla 20 volte al giorno 16 sono le agenzie. Come ha fatto poi il tuo amico a vendere da solo? confermo poi che anche quei portali come ebay annunci, bakeka.it, subito, secondamano e compagnia bella.. Sono zeppe di annunci di agenzie.

0 0
Vote up!
Vote down!

Un pò mi ci ritrovo nel tuo racconto...pensa che io devo vendere casa e voglio farlo senza agenzia, ma mi resta quasi impossibile, ho appeso alcuni annunci per strada e ho anche messo qualche annuncio su internet; le agenzie mi tartassano continuamente, mi chiamano a tutt le ore del giorno per convincermi a rilasciar loro il mandato, minacciandomi anche che tanto da sola non venderò mai. Addiritura un'agenzia mi ha suonato sotto casa... mi sento perseguitata e se il telefono squilla 20 volte al giorno 16 sono le agenzie. Come ha fatto poi il tuo amico a vendere da solo? confermo poi che anche quei portali come ebay annunci, bakeka.it, subito, secondamano e compagnia bella.. Sono zeppe di annunci di agenzie. Io ho venduto e comprato da privato ... non puoi escludere le agenzie completamente, ma sfruttarle, concedi a qualcuna la possibilità di vendere (non in esclusiva) il tuo appartamento e nel frattempo lo vendi anche da privata. Il difficile è definire bene il prezzo di vendita con le agenzie (deve essere uguale per tutte) e monitorarne future modifiche (dare un immobile ad una agenzia non significa dimenticarsene). Tu invece da privata lo vendi col 3% in meno ... quando ti contatta l'acquirente gli fai presente che non hai nulla in contrario nell'intermediazione dell'agenzia e se vuole può rivolgersi a tizio o caio ... però l'intermediazione in realtà la paga tutta lui e se vuole può verificare nei siti internet a quanto è venduto il tuo appartamento (così si accorge del risparmio in maniera evidente). Per le garanzie ti dimostri disponibile a consegnare tutti i documenti necessari e lui potrà rivolgersi ad un notaio o un professionista di fiducia (il notaio lo fa gratis se il rogito va in porto e il professionista costa meno di un 7% sul valore immobiliare) ... senza dover firmare compromessi o promesse di vendita, puoi fargli capire che comprando da privato è maggiormente tutelato perchè può verificare tutto senza firmare nulla ... una volta che è dimostrato che tutto è ok, fate un semplice preliminare (anche con l'aiuto del notaio). Vendere da privato non è facile ... è un secondo lavoro, ma per vendere oggi è l'unica strada.

0 0
Vote up!
Vote down!

Grazie seguirò i tuoi consigli... quasi tutto!! ma agenzie no in assoluto.

0 0
Vote up!
Vote down!

Il mio amico si, alla fine vendette da solo e anche in fretta e a un prezzo piu che buono. Considera però che era il 2008, tempi migliori per le case.. . Ma cmq fece tuto senza agenzia e risparmiò almeno 10mila euro tra vendere e comprare.

0 0
Vote up!
Vote down!

Ti spetta di diritto una cattedra alla bocconi, accanto a monti.

0 0
Vote up!
Vote down!

Ma scusa, se nel 2007 c'era un eccesso di rialzo e ora c'è un eccesso di ribasso, come mai i prezzi sono calati solo del 15%. Cioè solo il 15% di differenza e si passa da eccesso di rialzo a eccesso di ribasso. C'è qualcosa che non mi quadra.

0 0
Vote up!
Vote down!

Con i soldi ottenuti, inoltre, si potrebbero fare investimenti più redditizi: non vendere significa quindi rinunciare a guadagnare in un altro modo. Non vendere significa rinunciare a guadagnare. Punto. Che senso ha ritenere di guadagnare solamente dicendo che la casa è costata 1 trent'anni fa ed ora vale 10 con le tasse che aumetano al passare del tempo?

0 0
Vote up!
Vote down!

Caro giornalista, anzi ex-giornalista senza pudore. Ieri avevi la possibilità di scrivere delle realtà importantissime e non l'hai fatto, la prima fra queste, Chiara e schietta: le banche hanno deciso tutte insieme di non erogare più credito! Semplice, lineare, pulito. Torno sempre alla mia vecchia domanda a cui nessun "esperto" ha mai avuto il coraggio di rispondere: cosa è successo il 24.12.2012? Perché tutte le banche europee (riunione tacitata da tutti i principali quotidiani!!!!) hanno avuto il potere di far slittare il termine del 01.01.2013 di aderire a Basilea3??????? Perché tutti i governi europei, il nostro in primis non hanno avuto "le palle" per andare contro le banche! Smettetela di scrivere che: gli italiani non hanno il coraggio o vivono nell'incertezza di comprare casa! gli italiani, come hanno sempre fatto, vorrebbero ancora e ancora acquistare, peccato che non hanno più credito! Caro Letta, ti regalo la "scoperta dell'acqua calda", abbassa le tasse e obbliga le banche a fare il loro lavoro, che non è convincere i clienti a fare speculazioni nei fondi, nelle cartolarizzazioni, nelle schifezze virtuali delle banche, ma che devono rimettere in moto l'economia erogando danaro!!! Non ne hanno? lasciamole fallire! noi tutti stiamo fallendo in questo sistema di tassazione stellare e di chiusura del credito. Dobbiamo consumare, dobbiamo spendere per far tornare il nostro paese ad essere lo splendore dell'europa! siamo un paese con delle capacità infinite, paeseggi, arte, cultura, bellezza!! usiamoli!! caro ex-giornalista oggi hai fondato una scuola per farci imparare ad investire meglio....spero tu finalmente abbia la possibilità di capire che non ci serve una scuola per realizzare i nostri sogni, ma solo e semplicemente sfruttare le nostre capacità con intelligenza e forza. Puliamo questo povero paese da tutta l'immondizia che lo ricopre, a destra a sinistra al centro e facciamolo ripartire. Il consumo determina una crescita per ogni singolo individuo, la mancanza di capacità di spesa comporta il fallimento di una nazione. Semplice, pulito, logico. Buona giornata a tutti. Ivano

0 0
Vote up!
Vote down!

Finalmente uno che la pensa come me! perchè le imprese private si lasciano fallire, anche se sono creditrici della pubblica amministrazione, mentre le banche, sempre imprese private, si fà l'illecito per non farle fallire? Monti ha dato i soldi al MPS, bene, a che tasso, per quanti anni? perchè non viene istituzionalizzata, visto che i soldi erano i nostri? è lecito favorire il lavoro degli usurai, che al momento sono gli unici che danno soldi senza tante riserve e con estrema facilità?

0 0
Vote up!
Vote down!

Hai perfettamente r a g i o n e !!!!!!!!!!!!!!!!!!! soffermatevi a guardare il cielo ......* * * * *

0 0
Vote up!
Vote down!

Signor iano. E quanto deve costare questo 'sogno' ? possibile che sia di 300-400 mensilità medie?mi sembra moooolto sbilanciato. No io a questi prezzi da us.....ra non compro. Compro a prezzi ragionevoli e 'giusti' ma giusti vuol dire prezzario alla mano+ guadagno del'imprenditore.
Atitolo di esempio casa classe a vera max 2000€ mq no 3000-5000.

0 0
Vote up!
Vote down!

Bravo Ivano, concordo in ogni punto ed aggiungo che questa crisi è stata creata e voluta. Io ho avuto i primi sentori quando nel 2009 dovevo acquistare una lavatrice presso una grossa catena di elettrodomestici ed avrei ottenuto uno sconto se avessi preso un finanziamento, mentre pagandola in contanti l'avrei pagata a prezzo pieno (mio nonno si sarebbe voltato nella tomba a sentir ciò). ora io dico...... non è certo per le lavatrici che siamo a questo punto ma è l'esempio classico che sintetizza una realtà: sapevano benissimo a cosa si andava incontro ed hanno fatto in modo che tutti gli italiani si indebitassero perché più i cittadini lo sono, più aumenta il controllo delle potenze finanziarie su di loro e la politica le ha consegnato i nostri attributi su un piatto d'argento. Con il loro finto ottimismo e facendo vedere che "chiudevano un occhio" ma in realtà ci stavano già fregando, ci facevano acquistare le case con mutui al 110%. Io abito in un piccolo centro, conosco gente che ha perso il lavoro, non può pagare il debito alla banca e si ritrova con un mutuo di 110000 euro (visto che le banche, con l'ammortamento alla francese i primi anni ti fanno pagare quasi solo interessi) con una casa che ne vale 80000. Adesso andate a dire a questa gente che se cala il prezzo fa riprendere l'economia italiana e sentite cosa rispondono.

0 0
Vote up!
Vote down!

Caro amico,
Ho letto 2 righe e ho smesso ci porti a spasso per nulla
Non serve che tu faccia analisi, non servono... i se ... i ma
Hai un problema e i mercati risolvilo in questa specifica contingenza, anche donando la casa allo stato... se ti conviene.
Saluti

0 0
Vote up!
Vote down!

'Sto tipo fa colazione con la grappa? sicuramente sta cercando di acquistare casa....

0 0
Vote up!
Vote down!

Non capisco l'accanimento contro il giornalista autore dell'articolo.
Lui dice che cosa possiamo fare noi per cambiare l'andamento del mercato immobiliare.
Noi possiamo fare qualcosa abbassando i prezzi, oppure possiamo continuare ad aspettare insultando lo stato e le banche, ad ognuno la propria scelta.
I più furbi stanno vendendo oggi anche a costo di abbassare il prezzo, agli altri auguro che succeda un miracolo e che le banche si trasformino in onlus che elargiscono denaro a chiunque.

0 0
Vote up!
Vote down!

Vantaggi per tutti!... specie per chi ha ancora il 70% e rotti per cento di mutuo su un appartamento e vendendolo realizzerebbe zero! complimenti al genio autore di questo articolo...

0 0
Vote up!
Vote down!

Per la ripresa del mercato immobiliare, senza danneggiare nessuno, ne gli acquirenti e ne i venditori, ci sarebbe un metodo molto semplice: regolamentare la compravendita immobiliare, fissando gli utili, guadagni e rivalutazioni. Mi spiego meglio, bisognerebbe partire dal valore reale dell'immobile, e non dal valore di mercato, a questo andrebbe applicato l'utile d'impresa o il guadagno che il privato ne dovrebbe ricevere secondo delle aliquote realmente costituite a seconda della geolocalizzazione dell'imobile e delle sue proprietà intrinseche ed estrinseche. In effetti chi ha comprato un immobile due o tre anni fa, spendendo 150 mila euro non può pretendere di rivenderlo oggi a 200 mila solo perchè magari ci ha fatto una pittatina. In questo modo gli immobili verranno venduti per il loro reale valore e non si favorirà nessuna forma di speculazione, nè da parte dell'acquirente nè da parte del venditore.

0 0
Vote up!
Vote down!

Abbassare del 30% il valore degli immobile non basta. Innanzitutto bisogna capire quale prezzo va abbassato; i valori degli immobili, qualche volta sono stati sovrastimati, ed abbassarli del 30% non basta. Bisogna innanzitutto iniettare una grande quantità di fiducia tra i consumatori attraverso l'immissione di liquidità, che fa ripartire l'economia attraverso la creazione posti di lavoro, che fa decidere alle persone di investire sul proprio futuro e perciò potere comprare una casa. Tutto questo accompagnato dalle banche che devono tornare a fare il proprio mestiere, raccogliere denaro e prestarlo a chi ne ha veramente bisogno.

0 0
Vote up!
Vote down!

Abbonatevi a idealista cari a.i. Sicuramente vi aiutera a vendere le case. Specie agli utenti che leggono questi articoli, arriveranno tutti nelle agenzie con gli assegni in mano per le caparre.
Anzi se mi fanno il 30% di sconto farò anch'io pubblicità quì..........

0 0
Vote up!
Vote down!

Finalmente un articolo serio che ha centrato il problema... ed è inutile che i soliti 4 palazzinari falliti stanno qui a dire che nn è vero. Eccerto questi mattonari ( i soliti a.i con acqua alla gola o i venditori che pretendono di vendere le loro capanne africane comprate negli anni '70 al prezzo quintuplicato) dicono che nn è vero... eccome se è vero, o calate le braghe o affogherete con i vostri mattoni marci.

0 0
Vote up!
Vote down!

Haaa haa

0 0
Vote up!
Vote down!

Questo è pane per frangipane!!!!!!!!!!

Non è che li scriva lui gli articoli con i soldi degli inserzionisti, cornuti e mazzati

0 0
Vote up!
Vote down!

L'unico modo per far ripartire le vendite sono iniezione di danaro fresco alle famiglie e imprese per fa si di tornare un po di fiducia ,oppure stampare denaro, scusate io non sono un econimista ma l'america nel 2008 quando sono fallite le banche mi risulta che nel sistema abbia
Pompato una cifra pari a 800.000,00 miliardi i dollari e ora un pelo meglio il mercato in usa sta andado piu 1,2% nel 2012 ,noi in europa cosa stiamo facendo ? soldi alle banche per sistemare i lori bilanci!!!! e a noi chi li sistema il ns bilanci delle famiglie e delle imprese gesu bambino? si abbassare i prezzi aiuta ma non risolve il problema di base non circola denaro
E la gente ha paura a spendere anche chi li ha'e tutto sommato li comprendo.........
Iniezione di denaro o si stampa denaro io personalmente non vedo altra via d'uscita

0 0
Vote up!
Vote down!

Mattonari o no, se non si hanno soldi per comprare non c'e' prezzo che tenga e dato che stanno spingendo a svantaggiare l'investimento immobiliare, con tasse su tasse e mutuoi pressoche' defunti, l'unica e' calare il prezzo...nessuno vi vieta di tenere i vostri immobili invenduti, ma non vi lamentate per le tasse pero', dovreste solo stare zitti.

0 0
Vote up!
Vote down!

Non condivido questo articolo che parte da presupposti.....quasi da BAR........
Caro il mio giornalista, e tutti quelli che la casa se la sono costruita? quelli i soldi li hanno spesi non per colpa del mercato gonfiato dalla fantomatica bolla speculativa!!!!!
Quelli i soldi li hanno spesi davvero e, conti alla mano, oggi ci rimetterebbero davvero tantissimo!!!!
Inoltre con articoli di questo genere, non si fa altro che alimentare il clima di sfiducia che regna dietro ad uno dei mercati più importanti e trainanti del nostro Paese!!!
Ma non c'è un capo redattore che filtra certi articoli!!!!!!
Mi meraviglio! a mio avviso, se il dottor squinzi sapesse di certe corbellerie, vi verrebbe a tirare le orecchie personalmente!!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

... negli ultimi anni i costi di costruzione sono aumentati del 40/60% mentre i costi degli immobili del 300%. Chi costruisce non perde granche

0 0
Vote up!
Vote down!

Ad anonimo delle 13:26

Diranno che io e te siamo lo stesso "anonimo". Ma ovviamente non è così.
Non posso esprimermi definitivamente sull'articolo del giornalista perchè non l'ho letto in originale. Ho letto il resumè di team@idealista. Quindi non si può sapere se l'originale ha lo stesso taglio del riassunto.
L'articolo di the economist era stato, a mio avviso, ampiamente rimaneggiato.

Tu invochi, correttamente, un capo redattore che dovrebbe filtrare certi articoli.
La mia opinione è che questo forum è stato dato in gestione al team@idealsita e quindi non ci può essere il filtro di se stessi.
Siamo noi il filtro, con le nostre note e le nostre critiche, che noto vorrebbe mettere a tacere.

Vorrebbero fare il forum del "mulino bianco" : tutti buoni e contenti.

Quanto sono bravi gli agenti immobiliari! quanto sono cattivi proprietari di immobili che pretendono di vendere senza il 30% di sconto! e così via.

I cattivi siamo noi due che non siamo d'accordo con l'articolo del giornalista ed il suo riassunto di team@idealista ( quasi sicuramente costituito da agenti immobiliari ).

0 0
Vote up!
Vote down!

Prezzi degli immobili ribassati (sufficiente un 20% di media, con distinzioni), apertura del credito alle famiglie e alle aziende, sviluppo dell'economia con progetti sostenibili e innovativi. Un trinomio risolutivo per il real estate, e non solo....

Amici (virtuali) se non riparte il mattone sono guai molto seri per tutti! ma dico proprio per tutti!

Qui si perde tempo a disquisire, in alcuni casi con parole assai irrispettose (?), ci si domanda se le agenzie immobiliari lavorano bene o male, se i costruttori sono onesti o meno, se la monocottura indicata in capitolato è un p.e.i. 4 o 5.... andate oltre amici! i problemi del mattone sono ben altri. Ci sono agenzie serie e agenzie mono serie, costruttori seri e costruttori meno seri, ci sono progettisti capaci e progettisti meno capaci... ma non sono queste categorie il male del mattone in crisi.

Criticare è molto facile, a volte qui la critica (impropria) risulta ridicola, populista, demagogica ed irrispettosa se non addirittura diffamatoria.
Forse amici miei converrebbe cominciare a fare qualche proposta seria e costruttiva usando termini da galantuomo!

0 0
Vote up!
Vote down!

Quello che dici, gentile forumista, io lo condividerei in pieno. Ma trascuri, a mio parere, che siamo in Italia, dove non ci sono 2 persone su 60 milioni che pensono allo stesso modo e soprattutto diposte a mettersi d'accordo.
Cominciam dal'alto, io ritengo che il post-elezioni parlamentari ultimo è stato pessimo, perchè malamente gestito.
È stata palesamente giocata la carta attendista.
Non riuscivano a nominare un presidente della repubblica e hanno avuto la "grande" idea di confermare un gran signore ma di età non adatta.
Non risucivano a fare un governo politico ed hanno fatto una somma algebrica di parlamentari in aperto e contrastante dissenso ideologico.
Tu auspici decisioni razionali, ma, secondo me non è possibile.

Vedi già qui che differenze ci sono nel pensiero fra tutti.
La statistica ( e tu sei un tecnico ) dice che in tutta Italia avresti la stessa percentuale di dissenso.

L'Italia aveva nell'antichità i "feudi" ed i "comuni", non è mai stata una nazione unica.

0 0
Vote up!
Vote down!

Si hai ragione, in Italia le cose più semplici, razionali e risolutive trovano ostacoli e contrasti ideologici
Vado in cantiere la pausa pranzo è per me finita
Buon lavoro e buona giornata a tutti

0 0
Vote up!
Vote down!

Questo signore ha fatto la scoperta dell'acqua calda! inoltre questo discorso va bene solo per chi ha comperato in lire, ma per chi ha acquistato, magari da soli pochi anni, in euro non conviene assolutamente, meglio tenersi l'immobile, imu o non imu.

0 0
Vote up!
Vote down!

Condivido Imprenditore, cavolo se condivido! a volte si leggono cose indecenti.. Non sempre fortunatamente
Io sono un agente immobiliare alle prima armi e ho letto nei giorni scorsi qui sul forum delle diffamazioni pesantissime sulla mia categoria costruite sulla base del nulla. Sono sicuro che un paio di persone vengono sul forum solo per provocare la gente come agli stadi questo mi è stato confermato anche da un responsabile commerciale di idealista e da altre persone. Vogliono fare i moralizzatori usando spesso parole volgari ma non si rendono conto che di morale in quanto scrivono non vi è nulla.
Secondo me dovrebbero mettere l'obbligo di iscrizione al forum registrando nome cognome e mail. Così sparirebbero coloro che usano parole molto offensive verso persone o categorie professionali
Io nel mio piccolo dico che una discesa dei prezzi aiuterebbe a movimentare il mercato, servirebbe però un apertura al credito d aparte delle banche, io fortunatamente ho mantenuto quasi (-13%) le vendite di 2 anni fa ma mi risulta difficilissimo ottenere mutui per i miei clienti e questo mi fa perdere un sacco di vendite. Speriamo in bene

0 0
Vote up!
Vote down!

"Io sono un agente immobiliare alle prima armi e ho letto nei giorni scorsi qui sul forum delle diffamazioni pesantissime sulla mia categoria costruite sulla base del nulla." ti sei mai chiesto perchè? lo sai che quando dovevo comprare casa io ho avuto a che fare con più di un'agenzia che mi raccontava balle su balle su metrature, lavori e ipoteche? lo sai che certe agenzie mi volevano imporre il loro notaio per fare proposta e rogito, solo x fare loro interessi. "Noi lavoriamo preferirbilmente con nostro notaio" ti lamenti che tanta gente vi guarda male, se uno fosse onesto forse....

0 0
Vote up!
Vote down!

Nessuno mi ha mai guardato male, tranne qui nel forum, io faccio il mio lavoro con la responsabilità e la serietà del buon padre di famiglia, ho studiato, ho fatto pratica per 3 anni presso un grande gruppo immobiliare e 2 anni presso un impresa edile, mi ritengo abbastanza preparato. Ho incontrato sulla mia strada mediatori molto seri e professionali e alcuni (pochi) leggerini (questo avviene in tutte le categorie professionali)
Tu hai avuto una brutta esperienza, e mi dispiace davvero, ma non puoi e non devi criminalizzare tutta la categoria!
Non scivolare sulla buccia di banana
Rispettosamente

0 0
Vote up!
Vote down!

E basta parlare male di mediatori ed imprese edili, cadete nel ridicolo

0 0
Vote up!
Vote down!

@Anonimo delle 14:50

Sei mediatore o impresario edile?
Ridicolo sarai tu.

0 0
Vote up!
Vote down!

@14.50
Se uno parla male e perché tanti di voi lavorano male, andate su certi forum o parlate con gente che ha comprato casa con agenzie...tanti complimenti Guarda che nn puoi immaginare

0 0
Vote up!
Vote down!

Guardi io neanche la conosco, quindi come faccio a guardarla male? L unica cosa che dico e di non esaltare troppo la vostra categori come gli arcangeli Gabriele scesi in terra... purtroppo e un dato di fatto, tante tante agenzie non sono serie e non sono preparate. Nei franchising imm tipo Tecnocasa, tempocasa e compagnia bella mettono a lavorare sbarbatelli di 20 anni che sono assolutamente ignoranti in Materia...e dicono balle. Ma pure altre agenze indipendenti non si salvano, dove dentro ci lavorano agenti di 50 anni... quando dovevo comprar casa, proprio da un agenzia di zona il titolare, e stato il primo a pressarmi e usare mezzucci d'altri tempi, quelli che forse potevano andare bene nel 2006 per convincere la gente a comprare casa.. Ho subito pressioni, giochetti psicologici e stupide frasette per farmi fretta a comprare e concludere l acquisto... così che il signore potesse cuccarsi il suo bel 3%. Se lei è professionale buon x lei, ma rassegnate vi al fatto che tanti non lo sono.

0 0
Vote up!
Vote down!