Notizie su mercato immobiliare ed economia

Equitalia non potrà pignorare la prima casa, la banca sì (video)

Autore: Redazione

Il governo letta si è posto come obiettivo quello di creare un rapporto migliore tra le istituzioni e i cittadini e in questo senso equitalia rappresenta certamente uno dei temi più urgenti. Nel decreto fare si fanno dei primi passi concreti, uno dei quali è l'introduzione della non pignorabilità della prima abitazione per delitti fiscali inferiori a 120.000 euro

Escluse dal provvedimento le abitazioni di lusso e quelle che non corrispondono alla residenza abituale del proprietario. In ogni caso l'ipoteca sull'immobile verrà iscritta, sebbene non si procederà con il passo successivo. Così recita il decreto:

"Se l’unico immobile di proprietà del debitore è adibito ad abitazione principale, non può essere pignorato, ad eccezione dei casi in cui l’immobile sia di lusso o comunque classificato nelle categorie catastali a/8 e a/9 (ville e castelli)

Per tutti gli altri immobili, il valore minimo del debito che autorizza il riscossore a procedere con l’esproprio dell’immobile, è stato innalzato da 20mila a 120mila euro. L’esecuzione dell’esproprio può essere resa effettiva non prima di 6 mesi dall’iscrizione dell’ipoteca, mentre in passato erano sufficienti 4 mesi

Per quanto riguarda le imprese, i limiti alla pignorabilità già presenti nel codice di procedura civile per le ditte individuali sono estesi alle società di capitale e più in generale alle società dove il capitale prevalga sul lavoro"

Se si tratta certamente di una buona notizia per gli imprenditori, che si sono visti in questi anni pignorare l'abitazione anche per cifre ridicole, resta tuttavia un nodo aperto. Le banche possono infatti pignorare le abitazioni senza nessuna restrizione, nel caso di debiti non saldati o di rate del mutuo non pagate. Sebbene in Italia non sia una pratica troppo frequente, con la crisi occupazionale in corso non è detto che non lo diventi. In questo senso esistono i programmi di sopensione della rata del mutuo per le famiglie in difficoltà, che tuttavia non coprono ogni casistica

Articolo visto su
(Youtube)