Notizie su mercato immobiliare ed economia

Agenzia delle entrate, non si ferma il calo delle compravendite nel secondo trimestre 2013 (scarica pdf)

Autore: Redazione

Il mercato immobiliare continua la sua caduta nel secondo trimestre del 2013, seppur a un tasso rallentato rispetto a quello registrato nel primo trimestre. Le compravendite, considerando tutti i comparti, sono state 242.817, in calo del 7,7% rispetto al 2012. Sono questi i dati rilevati dall'agenzia delle entrate nella consueta nota omi sull'andamento del settore

La riduzione degli scambi è stata rilevata in tutti i comparti. Per quanto riguarda il residenziale sono state compravendute 108.618mila abitazioni, con una riduzione del 9,3% rispetto a un già non esaltante secondo trimestre del 2012 quando gli scambi si attestarono a 119.707 abitazioni. Così al il calo del 25,2% registrato dal 2012 rispetto al 2011 si aggiunge questa ulteriore flessione

L'unico dato positivo, a ben vedere, è che  il numero di transazioni effettuate nel secondo trimestre del 2013 è in leggero aumento rispetto al primo trimestre dell'anno, 94.503 contro le 108.618 dell'ultima rivelazione

Le grandi città

Nelle grandi città il calo tendenziale rispetto all'analogo periodo del 2012 è del 5,3%, meno negativo rispetto al dato nazionale. Nelle grandi città sono state compravendute 18.946 abitazioni, con una flessione maggiore a Genova (-15,75), a Firenze (-11,3%) e a Palermo (-9,4%), più contenute le flessioni rilevate a Roma (-6,9%), a Torino (-4,75) e a Milano (-2,0%)

In controtendenza le città di Bologna che segna un rialzo del 5% e Napoli (+1,8%). Ma quest'ultimo dato va imputato alla consistente dismissione del patrimonio immobiliare pubblico del comune di Napoli