Notizie su mercato immobiliare ed economia

Acquistare un'abitazione o affittarla? la risposta all'eterno dilemma

Autore: Redazione

Acquistare casa o comprarne una? Se la difficoltà di accendere un mutuo spinge sempre più persone verso la locazione, un appartamento di proprietà rimane l'investimento più conveniente. Ecco perché

A fare i conti è stato l'ufficio studi di Tecnocasa che ha valutato se è più conveniente affittare o comprare un bilocale di 50mq in una zona semicentrale di Milano

Acquistare casa
Con un prezzo d'acquisto di 230000 euro, il compratore ricorre ad un mutuo a tasso fisso di 25 anni per finanziare il 63% del valore, mentre il capitale iniziale è di 100.000 euro. La rata mensile è di 872 euro. L'importo del finanziamento comprende anche le spese legate all'acquisto dell'immobile: ovvero notaio, intermediazione immobiliare, imposte e bolli

Il nuovo proprietario dovrà pagare i costi legati all'acquisto della casa, oltre alle spese di manutenzione straordinaria e assicurazione e l'accensione del mutuo e potrà beneficiarsi della detrazione degli interessi passivi. Per calcolare il futuro valore dell'immobile si è considerato una rivalutazione annua pari alla media dell'indice istat degli ultimi 10 anni

L'acquisto della casa come prima abitazione comporta, almeno per l'anno in corso, un'imu pari a 0. Ma il quadro potrebbe cambiare con la rintroduzione dell'imposta a partire dal 2014 (che si tratti di trise o tuc)

Affittarla
Se invece si opta per l'affitto, l'inquilino dovrà pagare un canone mensile di 750 euro e ogni sarà a suo carico la registrazione del contratto di locazione. I 100.000 di capitale a disposizione si investiranno in un btp a 25 anni

Dopo il primo anno
Il bilancio sarà a favore del locatorio. Questi investirà i risparmi in un conto corrente bancario ordinario con tasso di renumerazione dello 0,35% lordo. Allo stesso tasso si investirà l'eventuale differenza tra i costi di gestione dell'immobile, i costi della locazione e il beneficio fiscale per la detrazione degli interessi

Dopo 25 anni
All'avvenuta estinsione del muto il guadagno del proprietario sarà
Valore futuro immobile- rate del mutuo= 110.794 euro

Quello dell'inquilino:
Capitale investito-canoni di locazione+ eventuale differenza rata mutuo/canone e altri costi benefici= - 28.973 euro