Notizie su mercato immobiliare ed economia

Sondaggio bankitalia: migliorano le attese sul mercato immobiliare, ma i prezzi sono lo scoglio maggiore (scarica pdf)

sondaggio congiunturale di bankitalia sul mercato delle abitazioni
Autore: Redazione

Dal mattone arrivano segnali moderatamente positivi nel quarto trimestre del 2013, anche se lo scenario rimane nel complesso debole. Lo scoglio maggiore rimane il divario fra prezzi di offerta e di domanda che resta "la principale causa di cessazione dei mandati a vendere". È ciò che emerge dal sondaggio congiunturale di bankitalia sul mercato delle abitazioni, da cui si evince anche un migliormento delle aspettative sull'andamento a breve termine del mercato

È in aumento la percentuale di agenti che hanno venduto almeno una casa ed è pari al 65,8%, in crescita sia rispetto al periodo precedente, sia su base annua. In oltre due terzi dei casi "si è trattato della vendita di abitazioni preesistenti". Le vendite hanno interessato in prevalenza immobili di metratura fino a 140 m2 (circa il 95%), abitabili o parzialmente da ristrutturare (64,8%) con classe energetica bassa (circa 62%)

In leggero aumento anche la dinamica dei mandati agli operatori immobiliari per la vendita di abitazioni. Il saldo fra le risposte di aumento e diminuizione degli incarichi a vendere ancora inevasi è rimasto sostanzialmente stabile, intorno ai 30 punti percentuali, mentre è aumentato quello riferito ai nuovi mandati (a 20,6 punti percentuali, da 19,4 della rivelazione precedente).

Tra le cause principali di cessazione degli incarichi a vendere rimane molto elevata la quota di agenzie che segnala l'assenza di proposte di acquisto dovuta a prezzi giudicati troppo alti dai potenziali acquirenti (63,2%), insieme con le offerte a prezzi percepiti come troppo bassi dai venditori (50,5%). Si mantiene stabile (45,8%) la quota di agenzie che indica la difficoltà di reperire un mutuo come causa prevalente di cessazione del mandato

Il margine medio di sconto dei prezzi di vendita rispetto alle richieste iniziali del venditore, pari al 16% è rimasto stabile mentre il tempo che intercorre tra l'affidamento del mandato e la vendita si conferma attorno ai 9 mesi (8,8). Nell'ultimo trimestre del 2013 è tornata a crescere la percentuale di acquisti finanziati con un mutuuo ipotecario


Scarica il rapporto completo