Notizie su mercato immobiliare ed economia

S&p: le misure della bce avranno un impatto limitato sul mattone. In Italia prezzi ancora giù del 2%, inversione di tendenza dal 2016

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

La debole crescita economica, l'elevato tasso di disoccupazione e la bassa fiducia nei consumi avranno effetti negativi sul mattone italiano, interessato anche quest'anno da un ulteriore calo dei prezzi delle case. A fare l'analisi del mercato residenziale della zona euro è stata l'agenzia di rating standard&poor, secondo la quale, inoltre, il programma di quantitative easing della bce avrà solo un limitato beneficio per il mercato residenziale della zona analizzata

La situazione italiana
"I prezzi delle case continueranno a scendere in alcuni mercati residenziali europei quest'anno a causa delle economie deboli e della stretta delle condizioni del prestito" afferman s&, secondo la quale i prezzi delle case nel nostro paese e in francia continueranno a scenndere nel 2015, rispettivamente del 2% e del 3% a causa della debole crescita economica, dell'elevata disoccupazione e della bassa fiducia nei consumi". Neanche il tanto invocato programma della bce sul quantitative easing avrà gli effetti sperati, ma solo un limitato beneficio, perché i tassi di interesse si trovano già ai minimi storici in molti paesi

Per vedere la tanta sperata inversione di tendenza, bisognerà aspettare il 2016 quando i prezzi delle case in Italia aumenteranno del'1%. "La ripresa del mercato immobiliare dipenderà soprattutto dal rafforzamento dell'economia. Prevediamo che l'economia si riprenda in Italia gradualmente, con un ritorno alla crescita nella prima parte del 2015". "Ci aspettiamo un rallentamento del calo dei prezzi delle case, che comunque rimarrà e un limitato riscatto nel 2016"

Il residenziale in europa
La partita della ripresa in gran parte della zona euro si giocherà su tre elementi: tassi di intersse sul credito molto bassi, un euro più debole e i prezzi bassi del petrolio. Il report dell'agenzia analizza la situazione nei vari paesi
Il mercato residenziale belga potrebbe scendere del 3,5% dopo una riduzione delle imposte ipotecarie quest'anno, mentre le normative rigide sul prestito e il rinnovato apprezzamento del franco svizzero freneranno il mercato residenziale svizzero, generando un calo dell'1% dei prezzi

Dopo anni di ribassi, il mattone spagnolo tornerà a crescere nel 2016 (+2%), mentre l'olanda risentirà ancora dell'elevato indebitamento e il portogallo della domanda interna contenuta

Tra i migliori mercati residenziali del 2015, spicca l'irlanda, dove i prezzi cresceranno del 9% sulla scia de miglioramento dell'economia e della ridotta offerta di case che ha permesso di liberare una domanda repressa, i controlli serrati sul prestito da parte della banca centrale irlandese impediranno ai prezzi delle case di sfuggire ad ogni controllo

Buone notizie dal mercato residenziale tedesco e britannico che segneranno un aumento  del 5% e del 4% dei valori degli immobili. In germania i dati economici favorevoli, il tasso di occupazione, el condizioni di finanziamento e la convenienza stannno sostenendo la crescita. Nel regno unito, i tassi interesse molto bassi e l'economia ancora robusta stanno incoraggiando la compravendita di case, ma il mercato sta rallentando a causa della stretta delle normative sui prestiti e di un mercato meno conveniente