Notizie su mercato immobiliare ed economia

Moody's: nel 2016 il mercato immobiliare italiano resterà stabile, ripresa più sostenuta rinviata agli anni futuri

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il mercato delle case in Italia resterà stabile nel 2016, mentre la ripresa più sostenuta è da rinviare agli anni futuri. A dirlo è un report dell'agenzia di rating Moody's, che evidenzia come nel settore si notino segnali di un timido risveglio, dall'aumento delle compravendite alla crescita dei mutui.

Secondo il report di Moody's, il nostro Paese nel periodo del boom immobiliare ha vissuto una fase più cauta che Spagna e Irlanda, facendo sí che gli italiani risultino molto meno indebitati rispetto agli abitanti di altri Paesi europei. A spingere la ripresa sono oggi condizioni macroeconomiche timidamente positive, una crescita seppur modesta del Pil, e una ritrovata fiducia nel paese ritrovata dai grandi investitori esteri.

Il mercato verso la stabilizzazione

La crescita dei mutui e la caduta dei prezzi negli anni della crisi - circa il 19% dal 2008 - fanno pensare che il mercato si trovi oggi sulla strada della stabilizzazione. Secondo il report, infatti, nel 2016 il mercato delle case resterà stabile, mentre una ripresa più sostenuta è da rinviare agli anni futuri.

A lungo termine, però, potrebbe pesare sulla domanda residenziale, una crescita in decelerazione della popolazione e l'elevata disoccupazione.