Notizie su mercato immobiliare ed economia

"Invimit metterà in campo nuovi fondi per continuare il processo di dismissioni immobiliari"

Autori: @Annastella Palasciano, marco todarello (collaboratore di idealista news)

Tra il governo e il mercato immobiliare c'è un continuo scambio di idee su ciò che è stato fatto e ciò che resta da fare. Le misure messe in atto dimostrano un'attenzione costante del primo nei confronti del real estate. A dirlo è Stefano Scalera, consulente del Ministero dell'Economia, che illustra a idealista news come scopo delle istituzioni sia proporre standard semplici e condivisi per rendere più attraente l'immobiliare nostrano per gli stranieri e continuare il processo di dismissioni attraverso la creazione di nuovi fondi.

Dialogo continuo tra pubblico e privato

"C'è un dialogo continuo con il mercato, un continuo scambio di idee su cosa resta da fare. Voglio ricordare alcune delle misure che sono già state prese, como quella sulle Siiq, che hanno portato il mercato italiano ad avere una legislazione al pari di quella degli altri Paesi europei e degli stessi Stati Uniti. O le misure di semplificazione del decreto sblocca Italia. Due momenti che segnano l'attenzione del governo sul mercato del real estate".

"C'è un interesse notevole degli stranieri a investire in Italia, e il governo - ma anche i soggetti privati - si stanno preparando per proporre format conosciuti e semplici, come possono essere quelli sulle residenze universitarie, sul social housing o sugli stadi".

"Il lavoro sull'immobile pubblico è molto lungo, perché ogni immobile deve essere "preparato". Guardando i dati, però, si vede come ogni anno circa un miliardo di euro proviene dalle dismissioni. Il che vuol dire che c'è una costante di dismissioni. A breve ci saranno nuovi fondi immobiliari che la Invimit metterà in campo, cosa che creerà ulteriori spazi per le dismissioni."