Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ance, Gennari: "Investimenti pubblici e incentivi fiscali per dare nuova vita all'immobiliare"

Unioncamere Emilia Romagna
Unioncamere Emilia Romagna

Sembra non avere dubbi Antonio Gennari, vice direttore generale dell’Ance, su quello che serve per dare nuova vita al patrimonio immobiliare italiano. Parlando con idealista news, a margine del convegno "Verso la ‘Casa Taxi’? La domanda abitativa dei giovani" organizzato da Banca d’Italia e Sidief, ha posto l’accento sulla necessità di investimenti pubblici e incentivi fiscali per il rinnovo urbano.

Perché servono investimenti pubblici e incentivi fiscali per il rinnovo urbano

In merito agli interventi più urgenti per dare respiro all'immobiliare, Gennari ha parlato di "investimenti pubblici e incentivi fiscali per il rinnovo urbano". E ha spiegato: "I primi devono essere resi disponibili e in grado di partire davvero, mentre i secondi devono riguardare la demolizione e la ricostruzione, la rigenerazione urbana, la riqualificazione, compresa la permuta immobiliare, che facilita lo scambio su immobili di qualità e vecchi immobili usati delle famiglie. Ma anche rent to buy, che faciliti l’accesso ai giovani prima all’affitto e poi alla proprietà della casa".

"E' necessario rendere fluido il mercato"

Gennari ha poi sottolineato che il mercato funziona quando c’è la convenienza delle parti, di chi compra e di chi vende, "è necessario rendere fluido il mercato, altrimenti ci sono scambi, ma non investimenti".

Ristrutturare oppure demolire e ricostruire per avere prodotti contemporanei

E proprio sul fronte degli investimenti e dell'assenza di prodotto spesso lamentata, ha detto: "Ci devono essere le condizioni per ristrutturare davvero l’immobile oppure demolire e ricostruire per fare prodotti contemporanei. Parliamo del non residenziale così come del residenziale. Facendo riferimento agli uffici, ci sono immobili obsoleti, che conviene demolire e ricostruire. Sono necessarie, quindi, regole urbanistiche che lo rendano possibile sistematicamente e regole fiscali che lo rendano conveniente. Se mancano questi due fattori si rimane fermi".