Notizie su mercato immobiliare ed economia

Immobili nuovi o usati, cosa scelgono gli italiani?

I dati di Tecnocasa sulle compravendite nel 2019

Autore: Redazione

Un immobile di nuova costruzione ha il vantaggio di essere più moderno anche in termini di risparmio energetico; un edificio usato è invece più economico e lascia maggiore spazio alla personalizzazione. Cosa preferiscono gli italiani? L’indagine di Tecnocasa.

L’analisi delle compravendite realizzate in Italia nel primo semestre 2019 ha evidenziato che il 79,2% di esse ha interessato tipologie usate, la restante parte le nuove costruzioni. Con il mercato in ripartenza anche gli immobili nuovi, che dalla crisi sono stati penalizzati, hanno iniziato lentamente ad essere riconsiderati, come dimostra anche il fatto che tanti costruttori hanno ripreso fiducia e ripartono con nuove iniziative. Rispetto al secondo semestre 2018 le percentuali relative all’acquisto del nuovo sono in leggero aumento.

Tecnocasa
Tecnocasa

Riguardo i prezzi, le soluzioni nuove o ristrutturate hanno registrato una crescita a partire dal secondo semestre del 2017. Dal 2009 al 2019 c’è stata comunque una perdita di valore del 26,7%, quasi sette punti percentuali in meno rispetto a quanto hanno perso le soluzioni usate.

Chi acquista case nuove? Secondo l’indagine sono soprattutto famiglie e, nella maggioranza dei casi, l’età dell’acquirente è inferiore a 45 anni. L’81,1% delle case sono utilizzate come abitazioni principali, il 13,5% sono messe a reddito. Significativo il dato sulla casa vacanza, 5,4%, in crescita negli ultimi anni a dimostrazione dell’interesse per il nuovo da parte di chi cerca la seconda casa al mare o in montagna. Queste ultime sono utilizzate solo parzialmente durante l’anno, per questo motivo è decisamente importante il controllo dei costi di gestione, reso possibile dalle case che garantiscono efficienza energetica. Il target che sceglie il nuovo, in acquisto e in locazione, apprezza sempre più la presenza di spazi comuni ad esempio dedicati al fitness.