Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ricchi stranieri che comprano casa in Italia: i cinque fattori che fanno gola

Getty Images
Getty Images
Autore: Redazione

Sono sempre di più i danarosi professionisti provenienti da Paesi quali Gran Bretagna, Stati Uniti, ma anche Francia e Germania, che decidono di acquistare una proprietà in luoghi ameni della nostra Penisola. Secondo il Financial Times sono molti gli aspetti che attirano questo target in Italia: ecco quali sono.

1. South Working in Italia

Innanzitutto, inutile dirlo, l’Italia è bella di per sé, e per ricchi stranieri di una certa sensibilità riveste quasi un fascino mitologico. Sono diversi i miliardari che accarezzano il sogno di una vasta proprietà anche di interesse storico nel nostro Paese, di una villa nelle struggenti campagne toscane o perfino dell’acquisto di un intero borgo medievale. L’”Italian lifestyle” ha un appeal  tutto particolare per queste persone, ormai realizzate professionalmente e in possesso di grande disponibilità economica, che spesso lo sognano come buen retiro per gli anni della pensione, ma anche come nuovo luogo di smart working in caso possano permettersi di svolgere il proprio mestiere da qualsiasi parte del globo. Una possibilità che prima della pandemia era assai remota, ma che ora è decisamente sotto i riflettori.

2. Tasse per stranieri che comprano casa in Italia

In Italia esiste un regime fiscale agevolato per gli stranieri di una certa capienza che decidono di acquistare o affittare casa in Italia. In particolare, questi possono versare all’erario un forfait di 100 mila euro annue, ritenendosi al sicuro da ogni ulteriore gabella. Questo regime agevolato, che pure non è il migliore in Europa, unito al punto precedente fa tuttavia pendere la bilancia a favore del nostro Paese qualora un milionario straniero debba scegliere il proprio angolo di paradiso.

3. Tassi di interesse sui mutui per acquisto casa

Chi preferisca acquistare (e spesso ristrutturare con interventi molto dispendiosi) una casa in un borgo italiano preservando il proprio capitale e stipulando un mutuo, può contare su tassi di interesse dei mutui molto bassi, assicurandosi una grande liquidità a costi di rimborso molto vicini allo zero. Molto utile, se si vuole continuare a investire il proprio capitale in altre redditizie attività senza doverlo spostare su un acquisto immobiliare

4. Posizione geografica

I professionisti consultati dal Financial Times, Savills e Knight Frank, rilevano uno spiccato interesse dei ricchi stranieri per la Toscana, la Liguria, la Sardegna e la zona dei laghi lombardi - in particolare il Lago di Como - scelta per la vicinanza tanto a Milano quanto alla Svizzera. Circostanza da non sottovalutare.

5. Governo Draghi e rivalutazione degli investimenti immobiliari

Gli stranieri più abbienti che acquistano casa in Italia, secondo il quotidiano britannico, non sono tanto preoccupati di mettere a reddito il proprio nuovo acquisto, quanto di non effettuare un investimento che poi si vada a svalutare. L’avvento del governo Draghi da questo punto di vista ha dato una forte spinta alla credibilità del mercato immobiliare agli occhi degli stranieri: agevolazioni alla ristrutturazione e spinta del Governo verso gli investimenti per la riqualificazione strutturale sono tutte garanzie che nei prossimi dieci anni l’investimento immobiliare nel nostro Paese si possa rivalutare.