Notizie su mercato immobiliare ed economia

Donazione prima casa e acquisto nuovo immobile, quando è possibile

Quando si può usufruire del bonus prima casa per l'acquisto di un nuovo immobile
Quando è possibile usufruire del bonus prima casa per l'acquisto di un nuovo immobile / Gtres
Autore: Redazione

Se si riceve in donazione la prima casa e si vuole procedere all’acquisto di un nuovo immobile, è possibile usufruire delle agevolazioni fiscali? Vediamo cosa dice la legge.

Con l’ordinanza n. 13118/19 del 16 maggio 2019, la Cassazione ha confermato che in caso di donazione della prima casa e acquisto di un nuovo immobile è possibile godere delle agevolazioni fiscali. Ma a determinate condizioni.

Si ricorda che tra i requisiti necessari per poter usufruire del bonus prima casa c’è quello, in capo all’acquirente, di non essere proprietario di altro immobile adibito ad abitazione nello stesso Comune ove si trova la nuova casa.

Ma, come sottolineato dall’ordinanza della Cassazione, in taluni casi è possibile ottenere il bonus prima casa sull’acquisto della seconda anche quando il contribuente è già titolare, nello stesso Comune, di un’altra abitazione. La condizione necessaria è che l’immobile sia non abitabile o troppo piccolo per il nucleo familiare.

La Corte ha in pratica stabilito che si possono ottenere le agevolazioni fiscali prima casa se il contribuente già possiede un immobile nello stesso Comune, purché acquistato senza benefici e non idoneo a soddisfare le esigenze abitative del nucleo familiare. L’impossibilità di adibire il fabbricato pre-posseduto ad abitazione deve essere verificata sia in senso oggettivo (effettiva inabitabilità) sia in senso soggettivo (struttura inadeguata per dimensioni o caratteristiche qualitative).

Il beneficio è dunque possibile se il primo fabbricato è stato acquistato senza agevolazioni e se, per qualsiasi ragione, sia inidoneo per le ridotte dimensioni a essere destinato ad abitazione.