Notizie su mercato immobiliare ed economia

Diminuiscono i giovani che vivono con i genitori, ma l’Italia è penultima in Europa

Autore: Redazione

Per la prima volta da dieci anni cala la percentuale di giovani tra i 18 e i 34 anni che vivono in famiglia. Ma l’Italia resta al penultimo posto in Europa. A renderlo noto l’Eurostat. Secondo quanto rilevato, nel 2016 la quota è del 66%, in calo rispetto al 67,3% del 2015. Davanti però soltanto alla Croazia (72,3%).

In Italia solo un under 35 su tre riesce a lasciare la casa dei genitori. Un dato poco confortante, dal momento che la media Ue nel 2016 è pari al 48,1%, in Danimarca scende fino al 19,7%, in Finlandia è pari al 20% e in Svezia al 24,9%.

L’indagine ha poi mostrato che nella fascia 25-34 anni, quella nella quale si dovrebbe cercare lavoro e uscire da casa dopo aver terminato gli studi, in Italia la percentuale è al 49,1%, in calo sul 2015, ma ancora lontana da quella Ue (28,6%).

Negli altri Paesi europei sono pochissimi coloro tra i 25 e i 34 anni che vivono ancora in famiglia: in Danimarca vive con i genitori solo il 3,8% della fascia considerata, in Finlandia il 4,3% e in Svezia il 6%. Ma anche in Francia i giovani che vivono nella famiglia di origine sono una piccola minoranza (13,4%), così come nel Regno Unito (14,3%).