Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ecco chi pagherà la patrimoniale sulla casa all'estero

Autore: Redazione

Di certo c'è il nome e si chiamerà ivie, imposta sul valore degli immobili situati all'estero. La pagherà chiunque risieda in Italia e possieda un immobile in un altro paese. Si calcola che negli ultimi vent'anni i connazionali che ne hanno acquistato uno siano circa 400mila, con un ritmo che è arrivato fino a 35mila all'anno. E poi ci sono gli stranieri che vivono in Italia e sembra che dovranno pagare anche loro

Dove comprano gli italiani? negli primi anni novanta soprattutto in francia, divisi tra parigi e la costa azzurra. Con l'apertura dei mercati dell'est europa, poi, in tanti hanno comprato a budapest, praga o bucarest, sperando in una speculazione facile e rapida, che a qualcuno è riuscita, ad altri meno, a seconda del momento in cui sono arrivati

Da quando l'euro è così forte sul dollaro sono diventati di moda gli stati uniti, complice anche lo scoppio della bolla immobiliare che ha fatto scendere notevolmente i prezzi. Para che a miami si vedano sempre più italiani proprietari, mentre sta per esplodere il prossimo destino immobiliare, cuba, in seguito alle recenti aperture del regime

Sempre sull'onda della bolla scoppiata grecia e spagna sono diventate altre due mete appetibili, soprattutto per le case al mare. Non mancano poi, a barcellona e madrid, i casi di genitori che comprano la casa ai figli che lì vivono. Più proibitivo è farlo a londra, per esempio

Nonostante i prezzi alle stelle (circa 9mila euro al mq in media) a parigi i primi compratori stranieri sono comunque italiani, che battono persino i russi, tanto che nelle grandi agenzie di real estate della capitale francese è un plus parlare italiano

I calcoli fatti dal governo sono dunque basati su questi circa 400mila proprietari, che hanno acquistato dal 1991 ad oggi. Ma la patrimoniale sulle case possedute all'estero dovrebbe colpire anche gli stranieri residenti fiscalmente in Italia, che presentano cioè la loro dichiarazione dei redditi da noi. Quindi anche da chi lavora temporaneamente, magari vive in affitto, ed ha un'unica casa nel proprio paese, su cui oltretutto pagherà già le sue tasse

Il numero di questi immobili è quindi ancora più difficile da stabilire di quello degli italiani. Tanto più che la nuova imposta è già in vigore e si calcolerà sul 2011 nella dichiarazione dei redditi dell'anno prossimo. L'ivie, in ogni caso, si pagherà sui mesi di possesso dell'immobile

Un altro elemento che ha fatto storcere il naso è questo: pagheranno l'ivie solo le persone fisiche, e non quelle giuridiche. Ciò significa che le società saranno esenti e sappianmo bene che chi può fa in fretta a fondarne una e scampare così al balzello, mentre il piccolo prorpietario pagherà tutto

 

Articolo visto su
(Il sole 24 ore)