Notizie su mercato immobiliare ed economia

Scadenze fiscali 2017, gli appuntamenti con il Fisco fino alla fine dell’anno

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il nuovo anno è iniziato già da un po’ ormai e se nei primi mesi si è portato via appuntamenti importanti con il Fisco, come la dichiarazione Iva, da qui alla fine dell’anno ci sono tante altre date da ricordare. Vediamo, dunque, quali sono le scadenze fiscali 2017.

Scadenze fiscali aprile 2017

Spesometro – Entro il 10 aprile 2017, se si tratta di soggetti mensili, o il 20 aprile 2017, se trimestrali, è necessario inviare all’Agenzia delle Entrate lo spesometro 2017. L’obbligo di comunicare telematicamente all’ente le operazioni rilevanti ai fini Iva (cessioni/acquisti di beni e le prestazioni di servizi rese/ricevute) è stato introdotto dall’articolo 21 del D.l. 78/2010.

Rottamazione cartelle Equitalia – Entro il 21 aprile bisogna inviare l’adesione alla rottamazione delle cartelle Equitalia. Si tratta di una proroga, la precedente scadenza era fissata al 31 marzo.

Dichiarazione dei redditi – Dal 15 aprile l’Agenzia delle Entrare mette a disposizione dei contribuenti le dichiarazioni dei redditi modello 730 e modello Unico precompilati.

Scadenze fiscali maggio 2017

Comunicazione liquidazioni Iva – Entro il 31 maggio occorre inviare la comunicazione liquidazioni Iva del primo trimestre 2017 (per lo spesometro trimestrale l’esordio è soft poiché i primi due trimestri dell’anno vanno comunicati insieme entro il 25 luglio).

Scadenze fiscali giugno 2017

Invio conteggi Equitalia – Il 15 giugno Equitalia invierà ai contribuenti che hanno presentato domanda di adesione agevolata i conteggi effettuati con gli importi delle rate da versare per la rottamazione. Si tratta di una proroga, la precedente scadenza era fissata per il 31 maggio.

Imu e Tasi – Il 16 giugno c’è la scadenza delle imposte sulla casa Imu e Tasi.

Versamenti dichiarazione dei redditi – Il 30 giugno c’è la scadenza dei versamenti da dichiarazione dei redditi modello Unico Irpef, Ires e Irap.

Scadenze fiscali luglio 2017

Modello 730 precompilato – Entro il 7 luglio 2017 caf e intermediari devono inviare almeno l’80% dei modelli 730 precompilati dei propri clienti; entro il 24 luglio (il 23 è domenica) è la nuova scadenza lunga per il modello 730 precompilato (a patto che l’80% dei modelli sia stato trasmesso entro il 7 luglio).

Spesometro semestrale – Entro luglio bisogna inviare la comunicazione polivalente con fatture emesse e ricevute ai fini Iva per le operazioni dei primi sei mesi. Si tratta di una parziale deroga alla nuova disciplina introdotta dal D.L. 193/2016 e valida solo per il 2017.

Modello 770/2017 – A luglio scade la possibilità di inviare in modo telematico le certificazioni uniche dei lavoratori autonomi non interessati alla compilazione del modello 730 precompilato.

Scadenze fiscali agosto 2017

Dal 1° agosto al 4 settembre 2017 sono sospesi tutti i termini e le scadenze relative a documenti e pagamenti di carattere fiscale.

Scadenze fiscali settembre 2017

Comunicazioni delle liquidazioni Iva relative al secondo trimestre 2017

Scadenze fiscali ottobre 2017

Dichiarazione dei redditi – Nel 2017 il 30 settembre (scadenza naturale per la trasmissione telematica della dichiarazione dei redditi) cade di sabato, di conseguenza la scadenza 2017 per l’invio della dichiarazione dei redditi è il 2 ottobre.

Scadenze fiscali novembre 2017

Secondo acconto imposte e contributi – Entro il 30 novembre bisogna pagare il secondo acconto di imposte e contributi (Irpef, Ires, Irap, Inps, ecc.).

Spesometro e comunicazione liquidazioni Iva trimestrali – Entro il 30 novembre bisogna inviare telematicamente lo spesometro e la comunicazione delle liquidazioni Iva trimestrali.

Scadenze fiscali dicembre 2017

Imu e Tasi – Entro il 16 dicembre è necessario pagare il saldo Imu e Tasi.

Acconto Iva 2017 – Entro il 27 dicembre si deve versare l’acconto Iva 2017.