Notizie su mercato immobiliare ed economia

Dichiarazione dei redditi 2019, le detrazioni

dichiarazione dei redditi, spese detraibili 2019 / Gtres
dichiarazione dei redditi, spese detraibili 2019 / Gtres
Autore: Redazione

Il 23 luglio è il termine ultimo per la presentazione della dichiarazione dei redditi 2019 per chi si è rivolto a un CAF o a un commercialista. Vediamo quali sono le detrazioni per la dichiarazione dei redditi 2019.

Dichiarazione dei redditi 2019, spese detraibili

In sede di compilazione del Quadro E modello 730 e del Quadro RP Modello Redditi, il contribuente può portare in detrazione o in deduzione determinate spese ed oneri sostenuti nell'anno precedente per diminuire le tasse dovute.

Nello specifico le spese detraibili sono quelle che il contribuente può portare in detrazione anche se effettuate a suo nome o per conto del familiare a carico. Le più importanti sono:

  • Ecobonus 2019;
  • Bonus mobili 2019;
  • Bonus casa 2019;
  • Sismabonus 2019;
  • Spese detraibili per canoni di locazione;
  • Spese sanitarie.

Dichiarazione dei redditi 2019 spese mediche

Per quanto riguarda le spese mediche detraibili dalla dichiarazione dei redditi 2019, è detraibile dall'imposta lorda una somma pari al 19% delle spese sanitarie, per quella parte che eccede la somma di 129,11 euro. 

Si possono detrarre quelle sostenute nell'interesse di chi fa la dichiarazione dei redditi o dei familiari fiscalmanete a carico del dichiarante. La detrazione spetta anche per i familiari non fiscalmente a carico, soltanto se affetti da patologie le cui cure siano esenti da ticket, fino al limite massimo annuo di 6.197,48 euro.

Le spese mediche che possono essere portate in detrazione nella dichiarazione dei redditi sono:

  • prestazioni rese da un medico generico (comprese quelle di medicina omeopatica);
  • acquisto di medicinali da banco e/o con ricetta medica (anche omeopatici);
  • prestazioni specialistiche;
  • analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni, terapie;
  • prestazioni chirurgiche;
  • ricoveri per degenze o collegati ad interventi chirurgici;
  •  trapianto di organi;
  • cure termali (escluse le spese di viaggio e soggiorno);
  • acquisto o affitto di dispositivi medici/attrezzature sanitarie, comprese le protesi sanitarie;
  • assistenza infermieristica e riabilitativa (es: fisioterapia, kinesiterapia, laserterapia, ecc.);
  • prestazioni rese da personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona;
  • prestazioni rese da personale di coordinamento delle attività assistenziali di nucleo;
  • prestazioni rese da personale con la qualifica di educatore professionale;
  • prestazioni rese da personale qualificato addetto ad attività di animazione e/o di terapia occupazionale.

Detrazioni figli a carico

Tra le spese detraibili dal contribuente nella dichiarazione dei redditi ci sono quelle per i figli a carico. In particolare si tratta di queste spese:

  • per i figli di età inferiore o uguale a 3 anni, spetta una detrazione base di 1220 euro;
  • per i figli a carico con più di 3 anni, la detrazione è pari a 950 euro per ciascun figlio;
  • per i figli portatori di handicap, prevista una quota aggiuntiva da 200 a 400 euro, dal 2019 per effetto della nuova legge di bilancio 2019, il limite è aumentato a 800 euro;
  • nessun sconto sui redditi oltre i 95mila euro.