Notizie su mercato immobiliare ed economia

Integrazione della domanda per il reddito di cittadinanza, le istruzioni nel messaggio Inps

Le istruzioni per effettuare l'integrazione della domanda per il reddito di cittadinanza
Come effettuare l'integrazione della domanda per il reddito di cittadinanza / Gtres
Autore: Redazione

Con il messaggio n. 3568, l’Inps ha indicato come procedere all’integrazione della domanda per il reddito di cittadinanza presentata a marzo 2019.

In particolare, secondo quanto spiegato, per consentire al cittadino di aggiornare le dichiarazioni di responsabilità rese al momento della domanda, a partire dal 4 ottobre p.v. l’Inps comunica, ai recapiti sms/e-mail indicati nel modello di domanda, il link al quale collegarsi per effettuare, in maniera semplificata, le operazioni di aggiornamento.

Il collegamento alla pagina avviene in ambiente Internet senza necessità del Pin, previo riscontro attraverso l’apposita interfaccia in cui dovranno essere inseriti a cura del richiedente: il protocollo della pratica Rdc/Pdc (esempio: INPS-RDC-2019-xxxxx); il codice fiscale del richiedente; il codice alfanumerico ricevuto via e-mail/sms.

L’autenticazione alla pagina avviene previa visualizzazione dell’informativa in cui si rende noto che le dichiarazioni da aggiornare sono quelle di cui ai quadri F (Condizioni necessarie per godere del beneficio) e G (Sottoscrizione dichiarazione) del nuovo modello di domanda del Reddito e della Pensione di cittadinanza, in vigore a decorrere dalla conversione in legge del D.L. n. 4/2019. Qualora il riscontro non dovesse andare a buon fine, il sistema restituirà il messaggio “Non è possibile procedere con la sottoscrizione delle dichiarazioni aggiornate in quanto i dati inseriti non sono corretti”. Sarà comunque possibile esperire un nuovo tentativo di autenticazione.

Il collegamento alla pagina rimarrà sempre attivo, ma sarà possibile la tempestiva elaborazione in procedura della rata di Rdc/Pdc, spettante per la mensilità di ottobre, solo perle domande in cui le dichiarazioni saranno aggiornate non oltre la data del 21 ottobre p.v. Per coloro che non avranno effettuato l’aggiornamento richiesto nella tempistica indicata, la prestazione resterà sospesa sino all’acquisizione della dichiarazione e alla ripresa dell’elaborazione da parte del sistema con il consueto calendario. Qualora il riscontro sia stato positivo, cliccando sul tasto “CONTINUA” l’utente potrà accedere alla pagina per la sottoscrizione delle dichiarazioni.

Si richiama la necessità, nell’apporre il flag richiesto, che tutte le dichiarazioni siano contestualmente verificate e che qualora i requisiti non sussistano alla data di presentazione originaria della domanda ovvero al momento della sottoscrizione del modello RdC/PdC – ComEsteso, occorre astenersi dalla sottoscrizione, onde evitare di incorrere nella responsabilità prevista dalla legge nel caso di dichiarazioni non veritiere.

L’ultimo passaggio consiste nell’apporre la spunta sul riquadro in cui si dichiara di aver letto e preso atto dell’informativa privacy del modello “SR 180” e occorre completare l’operazione mediante la sottoscrizione della pagina. Al riguardo, si invita a prestare attenzione poiché l’aggiornamento viene effettuato solo in caso di visualizzazione dell’esito positivo dell’operazione, di cui viene data notizia mediante apposito messaggio restituito dalla procedura. Per una migliore comprensione delle operazioni da effettuare, si allega il prototipo della pagina front-end resa disponibile dall’Inps per l’aggiornamento delle dichiarazioni.