Notizie su mercato immobiliare ed economia

Le incognite della sospensione dei mutui

stop rata mutuo
Autore: Redazione

Allo scadere del 2009 le banche e le associazioni dei consumatori avevano firmato l'accordo sulla sospensione dei mutui per i cittadini in difficoltà (vedi la notizia sull'accordo di sospensione). Lo stop ai pagamenti non sarà però immediato, e, probabilmente, neanche totale. I tempi tecnici che impongono alle banche il controllo dell'esistenza dei requisiti per accedere al beneficio e quelli di attivazione (entro 45 giorni lavorativi dall'accoglimento della domanda) fanno sì che l'effettiva applicazione della moratoria possa slittare fino a primavera inoltrata

Bisognerà poi vedere quali saranno le effettive modalità di applicazione dell'accordo da parte delle banche, che potrebbero apportare delle modifiche  all'accordo di base. Spetta inoltre agli stessi istituti di credito decidere se la sospensione riguarderà la sola quota di interessi, in analogia con quanto stabilito per la moratoria sui mutui delle imprese, o l'intero ammontare della rata


Quest'ultima distinzione è tutt'altro che secondaria ai fini della scelta che dovranno operare le famiglie in difficoltà. In entrambi i casi, infatti, il piano di ammortamento originale subisce uno spostamento in avanti nel tempo pari al periodo di sospensione: un mutuo ventennale bloccato per 12 mesi, ad esempio, si protrarrà fino al 21° anno. L'accordo prevede inoltre che gli interessi continuino a maturare nel periodo di moratoria, circostanza che contribuisce ad aumentare gli oneri complessivi da versare in caso di adesione al "Piano famiglie"