Notizie su mercato immobiliare ed economia

Prezzi in discesa e disgelo sui mutui: comprare casa è di nuovo possibile?

Autore: Redazione

Dopo mesi di mutui inavvicinabili i tassi di interesse applicati dalle banche ai prestiti per la casa cominciano a scendere. Si tratta di segnali ancora deboli ma incoraggianti, tanto che, dopo un anno e mezzo di purgatorio, tornano a far capolino dei taeg finali attorno al 3%. Ecco in quali casi è possibile acquistare un immobile con una rata mensile abbordabile, in un momento in cui prezzi aiutano la scelta

L'analisi, a cura di mutuionline.it, conferma quanto già annunciato dall'abi e dalla banca d'Italia. Complice l'abbassamento dello spread sui titoli di stato italiani il costo di un prestito è finalmente sceso, tanto che il tasso medio si è attestato a giugno 2013 al 3,67%, con una clamorosa riduzione rispetto allo stesso periodo del 2012

Ma tra il dire e il comprare di strada ce n'è. È meglio sapere infatti che i criteri che adottano le banche alla ora di concedere un prestito sono più rigidi che in passato e che i risparmi di partenza devono essere solidi. Per chi compie queste premesse tuttavia, la congiuntura di prezzi bassi e mutui in discesa potrebbe rivelarsi eccellente per fare buoni affari. Secondo i dati di nomisma, infatti, un proprietario impiega in media 8,5 mesi per riuscire a vendere e lo sconto medio, sui listini già ribassati, è del 16,5%

Mutuionline calcola le migliori offerte, considerando questo calcolo: acquisto prima casa, valore immobile 200.000 euro, prestito di 100.000 euro, impiegato di 35 anni residente a Milano

Mutuo a tasso variabile
Durata   tasso       rata      isc
20 anni   2,98%    € 553   3,05%
30 anni   2,98%    € 420   3,04%

Mutuo a tasso fisso
Durata   tasso        rata         isc
20 anni   5,60%*   € 529       5,26% ( * tasso a 2,50% primi 2 anni)
30 anni   5,60%*   € 395       5,40%  ( * tasso a 2,50% primi 2 anni)