Notizie su mercato immobiliare ed economia

I Paesi in cui è possibile ottenere un mutuo senza avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Un lavoro stabile è uno dei requisiti richiesti dalle banche per concedere un mutuo. Un criterio la cui importanza varia da Paese a Paese. In Spagna, Italia, Grecia, Cina, Cile e Argentina è molto complicato (per non dire impossibile) ottenere del denaro per acquistare una casa senza avere un posto fisso. Ma in Belgio, Repubblica Ceca, Portogallo, Olanda, Stati Uniti, Australia, Giappone, Svizzera, Canada, India e Messico è possibile ricevere un finanziamento anche con un lavoro temporaneo.

In Belgio conta di più la storia del lavoratore, ad esempio se è stato per lungo tempo disoccupato. Negli Stati Uniti, in Giappone, in Australia, in Nuova Zelanda e in Messico viene data maggiore importanza a criteri come la retribuzione percepita. In Giappone, ad esempio, è fondamentale avere nazionalità giapponese e vivere nel Paese, essere un buon pagatore, avere un buon reddito e alle spalle almeno tre anni consecutivi di lavoro.

Insieme a tutti questi criteri, le banche internazionali inoltre prestano molta attenzione all’importo del prestito e alla percentuale di finanziamento necessario per acquistare l’immobile. In Nuova Zelanda si può ottenere un mutuo senza avere un lavoro stabile, purché sia soddisfatta una condizione: la banca finanzia massimo il 70% del valore della casa, ciò significa che l’acquirente deve pagare di tasca proprio il restante 30%.