Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mutui: tassi, erogato, valore dell'immobile, cos'è successo nel primo trimestre del 2017

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Aumentano le richieste di finanziamento per l'acquisto di una casa da parte dei mutuatari e cresce anche l'importo erogato. Nel primo trimestre 2017, secondo l'analisi di Mutui.it e Facile.it, le domande di mutui hanno registrato un +17%, mentre gli erogati hanno fatto segnare un +21%. Dall'analisi emerge anche che se da una parte diminuisce il valore medio dell'immobile, dall'altra aumenta quello delle somme richieste, seppur di poco.

Nel primo trimestre 2017 la cifra che gli aspiranti mutuatari hanno richiesto alle banche è stata pari a circa 132.500 euro, il 5% in più del 2016. L'erogato è cresciuto più o meno con lo stesso passo (4%) arrivando oggi a circa 123.100 euro. Nel periodo il 78% delle richieste è stata a tasso fisso, con il variabile al 18,5%. Pressoché invariati la durata del finanziamento (21 anni) e l'età del richiedente (40 anni). Secondo Ivano Cresto, responsabile business mutui di Facile.it e Mutui.it, "il graduale aumento dei tassi di riferimento a cui stiamo assistendo ha convinto gli italiani che il 2017 potrebbe essere l'ultima occasione per assicurarsi tassi fissi così competitivi". 

La percentuale di surroghe

Ultima nota sulle surroghe, nel primo trimestre 2016 queste rappresentavano il 47% delle erogazioni, oggi sono il 43%, ma sono aumentati sia gli importi dei mutui che si intende surrogare (oggi poco meno di 127.000 euro; +6% rispetto al 2016) sia quelli effettivamente erogati (119.000; +4%).