Notizie su mercato immobiliare ed economia

Il prezzo medio delle case di Londra rompe la barriera del mezzo milione di sterline

Beachump Estates
Beachump Estates
Autore: Redazione

Il mercato residenziale di Londra registra cifre da record durante la nuova ondata di coronavirus che ha investito la Gran Bretagna. La casa media a Londra supera il mezzo milione di sterline, esattamente 513.997 sterline (579.292 euro) dopo una crescita del 9,7% su base annua a novembre. Dopo la fine del primo lockdown, l'aumento della domanda e le riduzioni delle tasse sugli acquisti approvate dal governo di Boris Johnson hanno spinto i prezzi a Londra a raddoppiare la media nazionale.

L'accesso alla casa nella capitale britannica è diventato più difficile per i giovani e per coloro che hanno più difficoltà a risparmiare dopo i dati pubblicati dall'Office for National Statistics (ONS) del Regno Unito, a partire dai registri delle proprietà. Il prezzo nella capitale britannica è aumentato del 9,7% su base annua a novembre, per arrivare a un valore medio pari a 513.997 sterline, ovvero 579.292 euro. Una cifra mai vista prima a Londra e che è più del doppio della media nazionale del Regno Unito.

L'economia britannica sta vivendo una delle sue depressioni più profonde degli ultimi tre secoli, alla crisi del coronavirus, con gli alti numeri di contagiati e deceduti, si è affiancata la risoluzione sulla Brexit. Secondo alcuni esperti, l'aumento dei prezzi delle case minaccia di ampliare il gap generazionale. Tra i fattori che hanno portato a questo aumento dei prezzi c'è la domanda frenata dal primo lockdown del Paese nella primavera del 2020, ma anche i tagli fiscali stabiliti dall'esecutivo di Boris Johnson per mantenere il mercato delle compravendite immobiliari.

Dallo scorso luglio, l'equivalente della Property Transfer Tax (ITP) nelle transazioni britanniche è stato sospeso per circa il 90% delle operazioni. L'esenzione elimina le tariffe delle prime 500.000 sterline dal valore della vendita, circa 563.500 euro, fino a un massimo di 15.000 sterline, circa 17.000 euro. Questa misura del governo britannico scadrà alla fine di marzo 2021.

I prezzi all'interno di Londra sono cresciuti più rapidamente che nei distretti esterni. Kensington e Chelsea, il quartiere più costoso del Regno Unito, e Brent hanno registrato aumenti di oltre il 20%. E tutto questo nonostante un numero crescente di abitanti stia decidendo di trasferirsi in periferia, in luoghi con più spazi verdi in risposta alla pandemia e ai cambiamenti nel lavoro, con l'aumento dello smart working.

"Londra ha una percentuale relativamente alta di proprietà acquistate come investimento, rispetto ad altre zone del Regno Unito, sia da acquirenti che pagano in contanti sia da investitori stranieri", hanno sttolineato dall'ufficio statistico.