Notizie su mercato immobiliare ed economia

Milano motore del mattone italiano, nuovo "rinascimento urbanistico" per i quartieri occidentali

Autore: Redazione

Milano è sempre più motore del mercato immobiliare. Prezzi e compravendite sono ripartiti, mentre i grandi operatori guardano al capoluogo meneghino per fare i loro investimenti. Nel 2015 italiani e stranieri hanno investito circa sei miliardi di euro nella città. A fare una fotografia del mercato immobiliare della metropoli lombarda è lo studio "Go WEST. La nuova Milano guarda ad Ovest", presentato da Scenari Immobiliari e da Vittoria Assicurazioni.

Nel capoluogo lombardo sono stati investiti circa sei miliardi di euro da parte dei grandi operatori italiani ed esteri. Nel 2015 si sono registrate circa 26.700 compravendite residenziali con un aumento del 13,1 per cento rispetto all’anno precedente.

Per il 2016 si attende un ulteriore incremento del 10,5 per cento. Anche i prezzi medi sono in risalita lasciandosi alle spalle il segno negativo. Mentre il centro storico si conferma come area di principale vocazione per gli interventi nel settore commerciale e degli uffici, il comparto residenziale del nuovo guarda sempre più a occidente.

Novemila appartamenti in media all’anno disponibili tra il 2016 e il 2018, di cui un terzo di nuova costruzione (Classe A e B) o completa ristrutturazione sul mercato nel triennio 2016-2018, circa il 30 per cento delle compravendite cittadine.

La zona occidentale di Milano, dunque, si conferma protagonista indiscussa dei fenomeni di cambiamento in atto nel capoluogo, capaci di influenzare le dinamiche demografiche dell’intera città. Attualmente nella zona occidentale di Milano vivono oltre 350mila persone, su un’area di circa 55,27 kmq (seguendo la circoscrizione amministrativa del comune di Milano che coinvolge le zone 7 e 8), più di un quarto della popolazione totale, aggiudicandosi il primato di area più popolata della città.

Qui, dal progetto in esecuzione di Citylife si va alle residenze di qualità di Parco Vittoria. Poi al recupero di Fiera in città e le aree dove si è svolta l’Expo.

“Nella zona ovest della città – ha detto durante la conferenza stampa di presentazione dello studio Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliarisi gioca il futuro sviluppo urbanistico e immobiliare della città. Fino al 2020 sono previsti investimenti per circa cinque miliardi di euro, soprattutto da parte dei privati. Le quotazioni saliranno (secondo il modello della ricerca) del 19 per cento in cinque anni, contro il 13,5 per cento della media milanese”.

Maurizio Aloise, Direttore Generale di Vittoria Immobiliare ha affermato: “Abbiamo deciso di investire molto su quest’area di Milano poiché, sfruttando alcune direttrici consolidate di sviluppo della regione urbana e le opportunità offerte da importanti infrastrutture esistenti e soprattutto dalle risorse territoriali, il quadrante ovest di Milano si propone ancora una volta come ambito di sviluppo strategico per il futuro assetto territoriale del capoluogo lombardo. I risultati stanno iniziando a darci ragione: siamo molto fiduciosi per il prosieguo del 2016/2017 e ci aspettiamo percentuali di vendita superiori alla media cittadina”.