Notizie su mercato immobiliare ed economia

Teleassemblee condominiali, cosa pensano le associazioni degli amministratori di condominio

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

In tema di teleassemblee condominiali, qual è la posizione delle associazioni degli amministratori di condominio? Ecco quanto emerso da un'inchesta del Sole 24 Ore.

Il Sole 24 Ore ha interpellato le associazioni di categoria sul tema delle teleassemblee condominiali. Le associazioni ascoltate, con i rispettivi presidenti, sono le seguenti: Abiconf (Andrea Tolomelli), Agiai (Tommaso Mongiovì), Alac (Paolo Gatto), Anaci (Francesco Burrelli), Anammi (Giuseppe Bica), Anapi (Vittorio Fusco), Anapic (Lucia Rizzi), Apac (Stefano Milanesi), Assiac (Concetta Cinque), BMltalia (Giovanni Zullo), CondoAssociazione (Peter Lewis Geti), Confai (LuigiA. Ciannili), Confabitare (Alberto Zanni), Confamministrare (Giuseppe Buccheri), Fna (Matteo Rezzonico), Laic (Luigi Cottignoli), Naca (Sabrina Apuzzo), Recert (Giuseppe De Pasquale), Sesamo (Luigi F. Giannini), Unai (Rosario Calabrese), Unioncasa (Flavio Sanvito), Upac (Michele Orefice).

Per quanto riguarda la reale fattibilità delle teleassemblee condominiali, secondo quanto emerso dll'inchiesta del Sole 24 Ore, tutte le associazioni, tranne tre, si sono espresse positivamente. E' emersa poi la necessità di norme più chiare "come presupposto per una certezza dei risultati delle teleassemblee".

Alla domanda sull'impegno che l'associazione dispensa per aiutare gli iscritti a organizzare teleassemblee, quasi tutte le associazioni hanno risposto in modo positivo. Dall'inchiesta del Sole 24 Ore sono poi emerse diverse percentuali relative allo svolgimento delle teleassemblee sul totale delle assemblee condominiali: prendendo in considerazione le associazioni più rappresentative, la grande maggioranza è orientata sul 30-40 per cento. Per quanto riguarda infine l'informazione della stampa sul tema, le associazioni si sono espresse con una certa insoddisfazione da parte della maggioranza.

Articolo visto su
Teleassemblea, sì dalle associazioni degli amministratori di condominio (Il sole 24 ore)