Notizie su mercato immobiliare ed economia

Eurostat

Ultime notizie su "Eurostat" pubblicate in idealista.it/news

Abbigliamento, cibo e auto: le spese che rendono gli italiani i più spendaccioni dell’Europa

Le spese in abbigliamento, cibo, locali e manutenzione dell’auto delle famiglie italiane sono in percentuale al di sopra rispetto alla media europea. Al di sotto ci sono quelle per l’abitazione, i trasporti, l’acquisto dell’auto, le comunicazioni e le assicurazioni. A dirlo una ricerca Eurostat sui consumi delle famiglie per settore riferita al 2015

Una notizia di:

Eurostat: salgono i prezzi delle case nell'Ue, ma l'Italia va controcorrente

Continuano a crescere prezzi delle case in Europa, dove nel terzo trimestre del 2016 si è registrato un aumento del 3,4% nella zona euro e del 4,3% nella Ue. I'Italia è invece in controtendenza: dopo il calo dello 0,8% del secondo trimestre, si attestano ora a -0,9%.

Una notizia di:

Eurostat: prezzi in recupero nell'Eurozona, ma in Italia continua il calo

Anche l'Eurostat certifica nel II trimestre del 2016 per il nostro Paese un calo dei prezzi delle case dell'1,4% in termini annuali e dello 0,4% rispetto al trimestre precedente. Tutt'altra velocità per la zona euro e l'Ue dove i valori sono cresciuti rispetto all'analogo periodo del 2015 rispettivamente del 2,9 e del 4,0%.

Una notizia di:

In Italia e in Grecia si conta il maggior numero di Neet tra i 20 e i 24 anni

La situazione a livello di educazione e occupazione dei circa 90 milioni di giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni che fanno parte dell’Unione europea è molto differente. Secondo i dati Eurostat, pubblicati in occasione della Giornata Internazionale della Gioventù, nel 2015 la maggior parte dei ragazzi tra i 15 e i 19 anni studiava, tra i 20 e i 24 anni si divideva tra istruzione e occupazione e tra i 25 e i 29 anni lavorava. Ma c’è anche un’altra realtà, quella dei Neet, coloro che non studiano e non lavorano. Una fetta di popolazione sempre più consistente, soprattutto in Italia

Una notizia di:

Il settore delle costruzioni in europa manda segnali di miglioramento (grafico)

Il mattone non è un marziano, ma segue la tendenza generale dell'economia. Vediamo infatti come alla fine della recessione in europa, considerata almeno nel suo complesso, corrisponde un miglioramento nel settore delle costruzioni, con un aumento dello 0,8% rispetto al mese precedente. Piccoli segnali che annunciano una moderata ripresa, ma soprattutto la fine del tunnel

Una notizia di:

Eurostat, in Italia nel quarto trimestre del 2012 costruzioni giù del 14,9% (tabella)

Va male il settore delle nuove costruzioni in Italia, anche se questa di certo non è una novità. A certificarlo sono i dati dell'eurostat sul comparto edile in europa, relativi al quarto trimestre del 2012 e a gennaio 2013. Nel nostro paese, se la discesa rispetto al precedente trimestre è stata del 3,4%, su base annuale il crollo è stato del 14,9%

Una notizia di:

Prezzi delle case in europa. L'Italia è nel gruppo del mattone calante (grafici)

I prezzi delle case scendono in molti paesi europei e da questa fase negativa, che del resto va accompagnata alla recessione del vecchio continente, si salvano in pochi. Secondo i dati forniti dall'eurostat, se Spagna e Irlanda sono i malati celebri, la novità è il crollo delle abitazioni in Olanda (-8,7%), mentre anche la Francia è entrata ormai in terreno negativo. L'Italia accentua la discesa con un meno 3,2% e una tendenza al peggioramento

Una notizia di:

Eurostat: in Italia deficit al 3,9%, ma la crisi costa al nostro paese 13 miliardi di euro

Nel nostro paese il rapporto deficit-pil è passato dal 4,6% del 2010 al 3,9% del 2011. Ma il primato spetta all'irlanda. Con un'impressionante discesa del deficit dal 31,2% al 13,1% è il paese dove maggiormente si sono sentiti gli effetti del piano di salvataggio messo a punto dall'unione europea. Ma è anche il paese dove continua ad essere maggiore il disavanzo. Secondo i dati pubblicati dall'eurostat, nell'eurozona il deficit è sceso dal 6,2% al 4,1%. Dopo l'irlanda si posiziona la grecia con un disavanzo dell'10,3 % (rispetto al 9,1% del 2010) e la spagna con un deficit pari all'8,5% (rispetto al 9,3% del 2010)

Una notizia di:

Inflessione della produzione dell'edilizia nell'eurozona, -9,9% in Italia

Brutte notizie per la produzione nel settore dell'edilizia in europa. Secondo le ultime stime pubblicate dall'eurostat, l'istituto ufficiale di rivelazioni statistiche dell'unione europea, il settore ha registrato un calo del 7,1% rispetto al mese precedente. Il segno negativo è stato del 3,7% nell'europa dei 27. I paesi che hanno risentito maggiormente della crisi del settore sono stati la germania (-17,1%), la slovenia (-10,3%) e il nostro paese con una discesa dell'9,9%

Una notizia di:

Stipendi, gli italiani guadagnano meno di tutti (classifica)

Da noi è peggio. Per una volta non si tratta di stereotipi, ma di statistiche, e trattandosi di stipendi fa particolarmente male. Quelli degli italiani, per intenderci, sono davvero bassi, così bassi che solo in piccoli paesi dall'economia ridotta, come il portogallo o malta, le cose vanno peggio. Per il resto, ci superano quasi tutti i paesi dell'euro, greci compresi

Una notizia di: