Notizie su mercato immobiliare ed economia

Flat tax, cos'è e come funziona

Autore: Redazione

La flat tax è una delle novità fiscali che il governo Conte punta ad introdurre.
L’idea è quella di abolire le attuali cinque aliquote Irpef e i cinque scaglioni di reddito e sostituire tutto con due aliquote fisse e un sistema di deduzioni.

Flat tax per le famiglie

Nel dettaglio, il contratto per il governo del cambiamento parla di due aliquote della flat tax per le persone fisiche, le partite Iva e le famiglie, una del 15% e l’altra del 20%; aliquota fissa al 15% per le società. Sarà inoltre introdotta una deduzione fissa di 3.000 euro calcolata in base a reddito e composizione del nucleo familiare.

Intervenendo durante la trasmissione di Raitre “Agorà”, Alberto Bagnai, parlamentare della Lega, ha spiegato che la la flat tax sui redditi di impresa potrebbe partire nel 2019, mentre quella per le famiglie nel 2020.

Il programma di governo del Movimento 5 Stelle e Lega ha ipotizzato due aliquote secche: al 15% per i redditi familiari fino a 80.000 euro e al 20% per quelli superiori. A questo sono legate tre livelli di deduzioni da 3.000 euro: per ogni componente del nucleo familiare fino a 35.000 euro di reddito complessivo; solo ai familiari a carico nella fascia 35-50.000; nessuna deduzione per redditi superiori.

Come sottolineato dal Sole 24 Ore, tuttavia, la flat tax è una delle misure più costose del programma di governo giallo-verde. Il senatore Armando Siri ha sottolineato che il nuovo modello di tassazione con due aliquote al 15% e 20%, per famiglie e imprese, ha un costo di circa 50 miliardi di euro.