Notizie su mercato immobiliare ed economia

Partita Iva regime dei minimi, le dispozioni per utilizzare il nuovo modello AA9/12 (pdf)

Autore: Redazione

Con il provvedimento 75295/2015 del 3 giugno 2015, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello AA9/12 da utilizzare per le dichiarazioni di inizio attività, variazione dati o cessazione attività ai fini dell’imposta sul valore aggiunto delle persone fisiche, le relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati.

Ha poi approvato le istruzioni e le specifiche tecniche per la compilazione del modello AA7/10, da utilizzare per la domanda di attribuzione del numero di codice fiscale e dichiarazioni di inizio attività, variazione dati o cessazione attività ai fini dell’imposta sul valore aggiunto dei soggetti diversi dalle persone fisiche.

Il nuovo modello AA9/12 è aggiornato alle nuove disposizioni che hanno disposto la proroga del regime fiscale agevolato per l’imprenditoria giovanile e per i lavoratori in mobilità e deve essere utilizzato dalle imprese individuali e dai professionisti per le dichiarazioni d’inizio attività, variazione dati e cessazione attività entro 30 giorni dalla data di inizio attività o dalla data di variazione.

I modelli si trovano gratuitamente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate e sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze. I medesimi modelli possono essere prelevati anche da altri siti internet a condizione che gli stessi abbiano le caratteristiche di cui all’allegato A e rechino l’indirizzo del sito dal quale sono stati prelevati nonché gli estremi del presente provvedimento.

Come spiegato dalla stessa Agenzia delle Entrate, l’articolo 1, comma 54, della legge 23 dicembre 2014 n. 190, ha introdotto, a decorrere dall’anno d’imposta 2015, il nuovo regime fiscale forfetario, abrogando con il successivo comma 85 il regime di vantaggio di cui all’articolo 27 comma 1, 2 e 3 del decreto legge 6 luglio 2011, n.98 e il regime per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo di cui all’articolo 13 della legge 23 dicembre 2000, n.388.

L’articolo 10, comma 12-undicies, del decreto legge 31 dicembre 2014, n. 192, convertito con la legge del 27 febbraio 2015, n. 11, ha prorogato, per l’anno d’imposta 2015, il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità previsto dall’articolo 27, commi 1 e 2 del decreto legge del 6 luglio 2011, n. 98. Pertanto, al fine di adeguare alla vigente normativa la struttura e il contenuto del modello da utilizzare per la presentazione delle dichiarazioni previste dall’articolo 35 del D.P.R.  n.  633 del 1972 da parte delle persone fisiche, approvato da ultimo con provvedimento del 18 maggio 2012, il provvedimento approva il modello AA9/12 con le relative istruzioni.