Notizie su mercato immobiliare ed economia

Invio spesometro, i soggetti obbligati e quelli esonerati

Autore: Redazione

Chi sono i soggetti obbligati all’invio dello spesometro? E chi gli esonerati? Andiamo a scoprirlo.

Invio spesometro, i soggetti obbligati

Secondo quanto previsto dall’articolo 21 del DL n. 78/2010 e successive modificazioni, sono obbligati all’invio dello spesometro le imprese e gli esercenti arti e professioni. Nel dettaglio, i titolari di partita Iva, fatta eccezione per i contribuenti minimi e forfettari e per coloro che rientrano tra i casi di esonero previsti dalla normativa, sono tenuti a trasmettere con lo spesometro i dati delle fatture emesse e ricevute a cadenza semestrale ovvero trimestrale all’Agenzia delle Entrate. È opportuno ricordare che l’adempimento sarà ufficialmente abolito dal 2019 in seguito all’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica.

Riassumendo, lo spesometro è un adempimento obbligatorio per i seguenti soggetti passivi Iva:

  • imprese individuali, imprese familiari, aziende coniugali;

  • professionisti anche in forma associata;

  • società di persone;

  • società di capitali, società cooperative;

  • curatori fallimentari per conto della società fallita o posta in liquidazione coatta amministrativa;

  • titolari di partita Iva che hanno optato per la dispensa da adempimenti per le operazioni esenti;

  • enti locali e Pa per le operazioni non trasmesse tramite fattura elettronica;

  • stabili organizzazioni;

  • società estere che hanno effettuato operazioni in Italia;

  • soggetti identificati in Italia e che operano tramite rappresentante fiscale.

Invio spesometro, i soggetti esonerati

Innanzitutto, in base a quanto previsto dal pacchetto di novità fiscali del Decreto Dignità, sono esonerati dall’invio dello spesometro i produttori agricoli in regime speciale Iva.

Nel complesso, i soggetti esonerati dall’invio telematico dello spesometro sono:

  • amministrazioni pubbliche per i dati delle fatture emesse nei confronti dei consumatori finali;

  • produttori agricoli esonerati ai sensi dell’art. 34, comma 6 del DPR 633/72;

  • contribuenti nel regime forfettario e nel regime dei minimi;

  • produttori agricoli in regime di esonero delle zone montane;

  • la Pubblica Amministrazione e le Amministrazioni autonome;

  • i contribuenti titolari di partita Iva che hanno aderito alla fatturazione elettronica.

Leggi altre notizie di: 
SpesometroVersamento imposte