Notizie su mercato immobiliare ed economia

La caduta libera dell’euribor - riassunto 2009

Autore: Redazione

Il 2009 è stato un anno da ricordare per quei risparmiatori che, avendo scelto un mutuo a tasso variabile, si sono beneficiati dei ribassi record dell'euribor il cui indice a 3 mesi – il tasso chiave dei prestiti interbancari su cui si calcolano gli interessi sui mutui - è sceso al minimo storico dello 0,709% (contro il 2,859% di inizio anno)

In virtù della elevata incertezza del quadro economico internazionale i mercati stanno rivedendo a ribasso le stime sull'euribor per i prossimi 2 anni. Gli esperti calcolano che l'euribor 3 mesi entro giugno 2010 toccherà l’1,10% e l'1,89% per la fine del 2010.

Tra 2 anni - a dicembre 2011 – l’euribor toccherà quota 2,58%, mentre per una normalizzazione di quest’ultimo (cioè valori nell’ordine del 3-3,5%) forse bisognerà attendere il 2012

È stato un anno di profonde trasformazioni nel sistema creditizio: i mutui che verranno erogati d’ora in avanti avranno importi medi più bassi rispetto al passato ed anche l’entità del finanziamento non tornerà ai livelli pre-crisi, quando si finiva per finanziare l`80% del valore e in alcuni casi anche il 100%.

Questo significa che la ripresa del mercato sarà forse più lenta ma più sicura a livello di sostenibilità del sistema