Notizie su mercato immobiliare ed economia

Quarantenne, con un posto fisso e di origine italiana: ecco l'identikit di chi ottiene un mutuo oggi (grafici)

Autore: Redazione

Sebbene le banche abbiano ripreso ad erogare, il posto fisso rimane un elemento determinante al momento di concedere un finanziamento per l'acquisto di una casa. A dirlo è un'analisi del gruppo Tecnocasa, che ha tracciato l'analisi demografica del mutuatario medio

Area geografica di provenienza

Nel primo semestre dell'anno ad essere finanziati sono stati principalmente cittadini italiani. Si tratta dell'87,5% contro il 9,8% dei cittadini provenienti dal resto d'Europa e dal 2,7% degli immigrati extra-europei. La maggior parte degli stranieri non europei proviene dall'America Centro-Meridioanle, seguiti dagli africani e dagli asiatici.

Per quanto riguarda la provenienza del mutuatario nell'ambito delle macroaree italiane e confrontando i risultati tra loro, si evince come gli istituti di credito tendono a finanziare gli italiani non italiani maggiormente nel Nord Italia 

Età anagrafica Mutuatario

L'età media di chi ha sottoscritto un mutuo nel primo semestrer 2015 è di 39,2 anni. A fare maggior ricorso al mutuo è la popolazione più giovane, e la percentuale decresce con l'aumentare dell'età.

Confrontando la classe d’età del mutuatario con la macroarea di riferimento, si nota come vi siano alcune differenze geografiche. Il Nord-Ovest e il Sud hanno un andamento sostanzialmente in linea con quanto riscontrato a livello nazionale, sebbene nella prima macroarea siano maggiormente gli under 35 ad aver sottoscritto un finanziamento (38,8%, mentre nel Sud Italia tale categoria incide per il 35,7%).

Nel Nord-Est si accede al mutuo in età più giovane, infatti il 40,9% del totale è rappresentato da under 35 e il 39,8% da 35-44enni. La situazione è opposta nelle Isole, dove le fasce più mature incidono maggiormente: i 45-54enni pesano per il 21,9%, i 55-64enni per l’11,3% e gli over 65 sono il 2,8%. Rispetto al dato nazionale, nel Centro Italia si segnalano differenze più marcate nelle fasce 18-34 anni e 45-54 anni: la prima categoria incide per il 31,3% (a fronte del 36,9%), mentre la seconda raccoglie il 20,4% (in Italia il 16,7%, invece). 

La Professione del mutuatario 

Tra gli elementi fondamentali per concedere un mutuo nel nostro Paese c'è sicuramente la sicurezza economica. Non a caso chi ottiene un mutuo per l'83,9% dei casi è in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato, mentre per il 3,9% è in pensione. Tra tutte le macroaree è il Sud Italia a caratterizzarse per una quota di finanziamento a lavoratoroi autonomi più alta tra tutte le macroaree (4,9%). Nelle isole, invece, si riscontra la minor incidenza di dipendenti a tempo indeterminato (79,9%) e la maggior percentuale di pensionati (7,4%)