Notizie su mercato immobiliare ed economia

A Hong Kong tornano le case alveare: nuovi appartamenti di appena 12 m2

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

E' noto il problema della mancanza di spazio e della densità di popolazione a Hong Kong. E sul mercato arrivano sempre di più nuovi e piccoli complessi residenziali. L’ultimo riguarda un edificio di 22 piani con 160 unità abitative da 12 a 23 m2, con prezzi di partenza da 259.000 euro.

Il distretto di Kowloon di Hong Kong sarà un nuovo riferimento per il settore residenziale nella città più costosa al mondo in cui vivere. Nell’area di Sham Shui Po si sta costruendo un nuovo edificio di 22 piani, che ospiterà 160 unità abitative da 12 m2 a 23 m2, l’equivalente dello spazio interno di un’auto o di tre ombrelloni aperti. Compreso un balcone di 2 m2.

E i prezzi non sono economici: si parte da 2,3 milioni di dollari di Hong Kong, circa 259.000 euro, per il piano più basso. Secondo gli esperti, tuttavia, il prezzo è tra i più convenienti della zona.

“E’ quasi impossibile acquistare un nuovo appartamento a questa cifra nel centro della città. Sarà interessante per alcuni investitori e persone con budget limitati”, ha detto Vincent Cheung, un veterano del settore residenziale della città.

Questo nuovo blocco di case alveare si chiamerà “AVA 228” e dovrebbe concludersi tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. Nonostante tutto, il settore residenziale sta vivendo un calo dei prezzi a Hong Kong, in particolare nel settore dei miniappartamenti.

“Il settore è saturo di miniappartamenti, con oltre 10.000 unità vendute negli ultimi anni. I prezzi sono scesi dalla scorsa estate del 9,2%”, secondo Justin Chiu Kwok-Hung, ceo di CK Asset Holdings.