Notizie su mercato immobiliare ed economia

È il momento di chiedere le detrazioni sul mutuo

Autore: Redazione

Con la prossima presentazione della dichiarazione dei redditi (vedi notizia) si potrà chiedere al fisco il rimborso di una parte degli interessi passivi pagati sul su mutuo. Ricordiamo che la detrazione fa riferimento solo all'acquisto della prima casa. Il limite di detraibilità è rimasto Fermo a 4mila euro per immobile, con uno sconto purtroppo piccolo del 19%, un massimo cioè di 760 euro. Ma sempre meglio di niente

Il tetto dei 4mila euro è evidentemente del tutto inadeguato e assurdo rispetto ai prezzi delle case e gli importi dei mutui. Ma in mancanza d'altro conviene richiedere gli sgravi. Ricordiamo le caratteristiche della detrazione, che si applica nei seguenti casi:

Interessi derivati da un tipico contratto di mutuo

Interessi derivati dagli oneri accessori (la commissione alla banca, le spese di istruttoria, ecc., ma non la parcella del mediatore)

Interessi derivati da somme pagate alle cooperative o all'impresa costruttrice

In caso di mutuo cointestato a due coniugi si possono sommare le due parti, purché non si superino i 4mila euro

Ricordiamo che oper godere degli sgravi la casa di proprietà deve corrispondere a quella di residenza. La detrazione è inoltre salva anche in caso di surroga (cambio della banca, a uguali condizioni), rinegoziazione (cambio delle condizioni con la stessa banca) o sostituzione (cambio di banca e condizioni) del mutuo

 

 

 

Articolo visto su
(Corriere economia)