Notizie su mercato immobiliare ed economia

Chi sono i grandi gruppi immobiliari? banche, assicurazioni e vaticano

Autore: Redazione

Tagli, nuove tasse, un possibile aumento dell'iva e un probabile ritorno  dell'ici, anche se mascherato (vedi notizia). Ma non tutti sono toccati dalla manovra in modo proporzionale. Chi si salva? secondo un'inchiesta de l'espresso al riparo ci sono i grandi gruppi immobiliari: banche, assicurazioni e vaticano

Il settimanale ritiene infatti che, rispetto alle altre rendite, l'immobiliare sia stato il meno penalizzato. E anche se i comuni dovessere aumentare l'ici sulle seconde case, si tratta in ogni caso di un trattamento migliore rispetto alle rendite finanziare

L'espresso spiega quali sono i grandi gruppi immobiliari in Italia. Per prima cosa, la cifra totale: il patrimonio immobiliare italiano ammonta a 4.800 miliardi di euro. Il primo re del mattone è lo stesso stato, con circa 70 miliardi di euro di patrimonio. Se si sommano gli enti locali si arriva a 120 miliardi

Al secondo posto, con circa 30 miliardi ciascuno, ci sono a pari merito il vaticano e i fondi immobiliari. Alcune stime sostengono addirittura che la chiesa possegga il 20% del patrimonio immobiliare italiano

Quali che siano le cifre, complicate da dare vista la non facile distinzione delle attività economiche vaticane, quel che è certo è che la chiesa ha nel mattone il suo asset di riferimento. E, non dimentichiamolo, non paga l'ici anche sulle strutture non direttamente legate al culto, come chiese, ospedali, alberghi cattolici. Queste strutture continueranno a godere dell'esenzione, già che non pagheranno l'imu

Su facebook è esplosa una campagna proprio sui privilegi della chiesa in questo momento di sacrifici. Inoltre, dopo le dichiarazione del cardinale bagnasco, in cui diceva che è peccato non pagare le tasse, le reazioni si sono fatte incandescenti, con lettere di protesta a tutti i giornali

Ci sono poi i fondi immobiliari, che controllano una cifra pari a quella della chiesa. I più importanti sono fimit, in parte legao al gruppo de agostini, e prelios, l'ex pirelli re

Seguono le assicurazioni, con un patrimonio di 23 miliardi di euro, gli enti previdenziali, 14,8 miliardi di euro, e le banche, 13,1 miliardi di euro. Il settore finanziario, banacario e assicurativo somma quindi 80.9 miliardi di euro

Articolo visto su
(L'espresso)